Tutti i giochi VR più attesi del 2021!

0

Se il 2020 è stato prevalentemente l’anno dei porting su PSVR e soprattutto Oculus Quest, il 2021 sembra invece essere l’anno dei grandi arrivi nel mercato della realtà virtuale, tra grossi franchise ed imperdibili IP inedite. Oggi andremo quindi a vedere alcuni dei titoli più attesi per PC, Oculus Quest e Playstation VR, sperando che la qualità delle prossime uscite si attesti su quella dimostrata negli ultimi dodici mesi dal nostro mercato di riferimento. Pronti a contare quanti soldi dovremo spendere quest’anno? Bene, mano al portafoglio e partiamo!

Z-Race (PCVR – 13 Gennaio 2021)

Nonostante tutto, noi giocatori PC non abbiamo ancora ricevuto il nostro Wipeout in VR. In molti ci hanno provato, alcuni anche avvicinandosi; ma nessuno ha retto il confronto con il colosso di Sony, sia in termini di gameplay, che in termini di pulizia e qualità audiovisiva. Z-Race, di XOCUS, punta invece a raggiungere, se non superare, il capolavoro per Playstation, con corse a tutta velocità a gravità zero, condite da un impatto estetico clamoroso e un buon numero di corse. Speriamo bene, perché su PC non abbiamo soltanto bisogno di simulatori nudi e crudi.

Hitman 3 (PSVR – 20 Gennaio 2021)

Nonostante l’assenza di un visore 2.0 su Playstation 5, le esclusive PSVR non si fermano. Durante il mese corrente, infatti, arriverà Hitman 3 con il supporto completo alla realtà virtuale, che presenterà – a quanto pare – anche i primi due capitoli, giocabili interamente attraverso il visore di Playstation. PSVR, purtroppo, si porta ancora dietro un tracciamento ridicolo se paragonato ai grossi player del mercato, ma un titolo come Hitman – ahimè – non lo vediamo tutti i giorni, e non vediamo davvero l’ora di scoprire comeIO Interactive riuscirà ad adattare un gameplay così complesso in VR.

Predator VR (PCVR/PSVR – 1 Febbraio 2021)

I tie-in cinematografici ci hanno raramente regalato grandi soddisfazioni, ma in realtà virtuale questo modus operandi sta iniziando a cambiare. Da Creed a Westworld, non sono oramai pochi i videogiochi VR tratti da film e serie televisive che vale la pena giocare, e speriamo sia lo stesso anche per questo inedito Predator VR, di Phosphor Studio. Certo, dal trailer non sembra trovarsi di fronte al prodotto più elegante del mondo, ma una bella campagna caciarona nei panni di un soldato e nei panni di Predator potrebbe bastare a soddisfare i palati meno esigenti. L’uscita è comunque vicina, aspettiamo Febbraio per sapere se Schwarzenegger deve o non deve andare a spaccare tutto in quel di Phosphor Studio.

Wraith: The Oblivion – Afterlife (PCVR/PSVR/Quest – Q1 2021)

Gli autori di Apex Construct, Budget Cuts 2 ed altre piccole perle del mercato VR, si lanciano per la prima volta in un horror, in questo caso ambientato nell’immaginario di World of Darkness. In una casa stregata, dovremo superare una serie di sfide attraverso i nostri poteri sovrannaturali, cercando – prevalentemente – di sfuggire alle temibili creature che popolano le nostre stesse mura. A giudicare dal trailer, Wraith: The Oblivion – Afterlife promette terrore e tensione come raramente ne abbiamo viste in realtà virtuale, ed anche solo per questo, l’opera di Fast Travel Games mi risulta una delle più grandi attese dell’anno. In arrivo su PC, Playstation VR ed Oculus Quest.

After The Fall (PCVR/PSVR – Q1 2021)

Dopo aver sfondato nel mercato con l’ottimo Arizona Sunshine, gli sviluppatori di Vertigo Games tornano con uno sparatutto in cooperativa ambientato in un universo post-nucleare invaso da orribili zombie. Tra una sorta di Left 4 Dead che può essere affrontato in compagnia, ed un horror più pacato da poter gustare in solitudine, After The Fall sembra avere tutte le carte in regola per regalarci grandi emozioni, sia su PC che su Playstation VR. Non è esclusa una versione per Oculus Quest, che tuttavia non è stata ancora confermata.

A Wake Inn (PCVR – Q1 2021)

L’horror di VR Bros in cui interpretiamo un manichino in sedia a rotelle ci aveva stuzzicato fin dal primo trailer, grazie ad un impatto estetico di tutto rispetto, e dei puzzle che sembrano programmati con grande sensibilità. Tra mostri informi e bambole assassine, A Wake Inn potrebbe essere uno dei migliori titoli orrorifici per realtà virtuale dell’anno, ed è da tenere d’occhio soprattutto se si ama il genere di riferimento. In arrivo durante la prima parte dell’anno, esclusivamente per PCVR.

Cooking Simulator VR (PCVR – Q1 2021)

Che bello cucinare in VR! Lo hanno dimostrato Cook-Out, Dead Hungry, I’m Hungry e molti altri, ma quello che ancora manca nel mercato è un titolo di cucina realistico e simulativo. GameBoom VR tenta di mettere una pezza a questa grave mancanza, proponendoci un simulatore di cucina estremamente fedele alla controparte reale, pieno di ricette e modalità, e visivamente eccezionale. Non vediamo davvero l’ora di mettere le mani sulla cucina di Cooking Simulator VR, ed a quanto pare succederà molto, molto presto. In arrivo nel primo quarto dell’anno, esclusivamente su PCVR.

Traffic Jams (PCVR/PSVR/Quest – Q1 2021)

I vigili non stanno simpatici a nessuno, poracci, ed è forse per questo che è sempre bene immedesimarsi i ciò che più odiamo per comprenderlo, e forse identificarcisi un po’. Traffic Jams, di Little Chicken e Vertigo Games, potrebbe risultare una delle grandi soprese dell’anno, nonostante il suo aspetto abbastanza innocuo. Dietro ad un gameplay apparentemente semplice ed una grafica cartoon, potrebbe nascondersi il grande gioco arcade del 2021, ed a giudicare da chi sta supervisionando il codice, potrei davvero scommetterci una mano. Tra macchine impazzite e pedoni irrequieti, nel primo quarto del 2021 ne vedremo delle belle su PC, PSVR ed Oculus Quest.

Low-Fi (PCVR – Q1 2021)

Delusi dal fatto che Cyberpunk 2077 non ha una modalità VR? Bene, non disperate, ci pensa Low-Fi. L’ambiziosa opera di IRIS VR Inc si presenta come un open world futuristico in cui action, puzzle e scelte morali andranno a modificare il playtrough di ogni singolo giocatore, che vivrà inoltre in prima persona una città che urla Blade Runner da ogni poro, e che sembra effettivamente ricostruita in modo eccezionale. Non aspettatevi chiaramente le finezze dell’opera CD Project, ma gli sviluppatori sembrano lanciati, e noi non possiamo far altro che attendere con ansia questo primo esperimento dal sapore di Cyberpunk in VR. In arrivo solo su PC, e durante il primo quarto dell’anno.

Cosmophobia (PCVR/Quest – Q1 2021)

Dagli autori di Dreadhalls arriva un nuovo survival horror dall’impianto rogue-like in esclusiva per PC ed Oculus Quest. L’opera di White Door Games ci butta all’interno di una grossa navicella spaziale invasa da mostri terrificanti, da cui dovremo fuggire per raggiungere il nostro obiettivo. Se Cosmophobia sarà spaventoso anche solo la metà dell’opera precedente dello studio di sviluppo ci sarà da divertirsi, o da cagarsi sotto, in base alla vostra sensibilità. In arrivo su PC ed Oculus Quest nel primo quarto del 2021.

Demeo (PCVR/Quest – Primavera 2021)

Resolution Games è diventata in pochi mesi una delle software house più importanti del mercato VR, con titoli del calibro di Cook-Out, Acron ed Angry Birds VR, ed esce questa volta dalla sua comfort zone per proporci un dungeon crawler RPG in multiplayer dall’impianto fantasy. Demeo sembra bello da vedere e divertente da giocare, e nonostante le poche informazioni trapelate, potrebbe essere una delle grandi sorprese del 2021, soprattutto per gli amanti del genere e dei giochi in cooperativa. In uscita per piattaforme PC ed Oculus Quest durante questa attesissima primavera.

Maskmaker (PCVR/Quest – Primavera 2021)

Innerspace, già autori dell’ottimo A Fisherman’s Tale, si rilanciano nel mondo del puzzle game con un titolo ancora più ambizioso, dal misterioso nome di Maskmaker. In questa avventura per PC ed Oculus Quest, dovremo risolvere una serie di enigmi di difficoltà crescente, attraverso delle maschere che potremo craftare in un bizzarro studio, mano a mano che entreremo in contatto con le varie civiltà presenti nel gioco. Visivamente delizioso e contenutisticamente estremamente interessante, Maskmaker è l’altro grande atteso dell’anno per i visori PC e standalone di realtà virtuale. Attendiamo Fiduciosi.

The Climb 2 (Quest/Rift – prima metà 2021)

Forse il gioco che attendo più di tutti. Il primo The Climb è stato per me una folgorazione, perché non solo risultava – e risulta – una delle cose più incredibili da vedere in realtà virtuale, ma è anche un dei giochi che sfrutta meglio il linguaggio della VR senza rifarsi necessariamente al videogioco tradizionale. The Climb è un capolavoro che gioco e rigioco da quattro anni a questa parte, e non vedo sinceramente l’ora di osservare da vicino cosa ha combinato Crytek nel frattempo, anche perché questa volta i setup ambientali spazieranno da quelli più naturalistici a quelli cittadini. In arrivo durante la prima metà dell’anno su Oculus Rift ed Oculus Quest.

Star Wars: Tales from the galaxy’s edge DLC (Quest – prima metà 2021)

L’ultimo titolo di Star Wars in esclusiva per Quest ci aveva fatto sognare, ma si chiudeva lasciandoci la voglia di averne molto, molto di più. Nel 2021 saremo però accontentati, perché ILMXLAB ha già annunciato una lunga serie di DLC dedicati a Tales from the Galaxy’s Edge, che usciranno durante tutto il corso dell’anno, e che andranno ad espandere una longevità che potrebbe farsi, potenzialmente, infinita. Chiunque abbia un Oculus Quest è praticamente obbligato a tirar su l’ultima iterazione di Star Wars in VR, e chiunque abbia già il gioco è obbligato ad attendere i suoi nuovi contenuti. Noi non vediamo l’ora!

Captain Toonhead vr the Punks from Outer Space (PCVR/PSVR/Quest – prima metà 2021)

Ok, di tower defense in VR ne abbiamo visti tanti, ma quanti di questi hanno l’incredibile estetica del titolo Tetravision Games? Capitan Toonhead vs the Punk from Outer Space ha un impatto visivo così straordinario che il genere risulta quasi irrilevante, e non vedo l’ora di lanciarmi a capofitto in questo immaginario fatto di punk matti, colori sgargianti ed effetti cartoon. Magari non sarà un titolo imperdibile, ma almeno ha qualcosa di chiarissimo ed oggettivamente valido da offrire. In uscita su tutte le piattaforme VR nella prima metà del 2021.

Green Hell (PCVR/Quest – tardo 2021)

Il survival multiplayer di due anni fa che strizza l’occhio a The Forest ed all’omonimo film di Eli Roth sta per ricevere un full porting per realtà virtuale su PC ed Oculus Quest nel tardo 2021. Costruire capanne, recuperare risorse e difendersi dai pericoli, in VR, è sempre divertente, ed oggi più che mai abbiamo bisogno di prodotti del valore produttivo di Green Hell, che in soli due anni è riuscito a costruirsi una fanbase lodevole sul mercato PC flat. Noi non vediamo l’ora di sopravvivere nelle pericolose terre amazzoniche, e voi?

Jurassic World: Aftermath – parte 2 (Quest – 2021)

Coatsink, con il suo Jurassic World: Aftermath, ci ha davvero stregato. Tra un’avventura classica ed uno stealth game, il titolo ambientato nell’universo di Jurassic Park è stato la grande sorpresa di fine 2020, che ci aveva però lasciato con l’amaro in bocca a causa di un terzo atto non pervenuto. Quest’anno potremo finalmente vedere come la storia di Mia Everett andrà a finire, scoprendo inoltre se, a gioco concluso, Jurassic World: Aftermath si riconfermerà una perla imperdibile del mercato Oculus Quest.

Alvo VR (PSVR/Oculus – 2021)

Alvo VR è uno sparatutto multigiocatore competitivo, che vuole imporsi sul mercato come competitor diretto di Onward, Contractors, Pavlov e Firewall:Zero Hour. Grazie al suo arrivo su PSVR, con tanto di supporto a Playstation Aim, l’opera di Mardonpol Game Studio potrebbe sfondare soprattutto sulla periferica di Sony, che inzia a scarseggiare di titoli, a causa di un non ancora annunciato PSVR 2. Se siete ancora alla ricerca di un Counter Strike per realtà virtuale, tenete d’occhio Alvo VR, in uscita su Playstation VR ed Oculus Rift.

Area Man Lives (PCVR/Quest – 2021)

Non sappiamo ancora molto di Area Man Lives, se non che è sviluppato da quei Numinous Games che ci avevano già fatto emozionare in flat con That Dragon, Cancer, e che si pone come un breve dramma narrativo ambientato all’interno di una stazione radio. Lo stile visivo meraviglioso e le mani capaci dei suoi autori però, rendono l’opera distribuita da Cyan Ventures una delle uscite più attese dell’anno, nonostante dal trailer non si capisca poi molto. In ogni caso, non vediamo l’ora di saperne di più. In arrivo su PC ed Oculus Quest.

Assassin’s Creed VR e Splinter Cell VR (Rift/Quest – 2021)

Ubisoft firma un accordo clamoroso con Oculus, ed è pronta a portare sui nostri caschetti VR due tra i più famosi franchise di sempre. Ad oggi non ne sappiamo ancora nulla, e sia Assassin’s Creed VR che Spliter Cell VR potrebbero essere letteralmente qualsiasi cosa, anche un gioco di carte. Tuttavia, il solo fatto che questi due colossi sbarchino in realtà virtuale ci ridà grande speranza per il futuro del medium. Che sia arrivato il momento del grande salto per la VR anche nel mercato generalista? Lo scopriremo nel corso dell’anno, chiaramente solo su piattaforme Oculus.

Lonn (PCVR – 2021)

Il combattimento melee è difficile da riproporre in VR, ma Lonn se ne frega e ci propone comunque una serie di combattimenti all’arma bianca, all’interno di un mondo futuristico all’insegna del neon e dell’ultraviolenza. Tra le feature presentate notiamo un utilizzo della fisica che si avvicina a Boneworks, una narrativa – potenzialmente – di alto livello, ed un impatto grafico decisamente sopra la media. Se l’opera di SixSense riuscirà a mantenere almeno la metà delle promesse fatte durante gli ultimi mesi, potremmo avere tra le mani un action di tutto rispetto.

Blunt Force (PCVR – 2021)

Dopo la delusione cocente di Medal of Honor: Above and Beyond, non vediamo l’ora che qualche sviluppatore più capace riesca ad immergerci come si deve nella seconda guerra mondiale. Non che sia stato un periodo particolarmente sereno eh, ma sparare ai nazisti è sempre divertente, e a giudicare dalle immagini, Blunt Force sembra anche visivamente estremamente appagante. Da non sottovalutare poi il know how di Monad Rock, già autori dell’ottimo Summer Funland, che potrebbero imporsi quest’anno tra gli studi più importanti nel mondo della realtà virtuale. Non ci resta che attendere ancora qualche mese, esclusivamente su PCVR.

Unplugged (Quest – 2021)

Se c’è una cosa di cui non mi stanco mai sono i rythm game. In VR ne abbiamo visti tanti, ma fino ad ora nessuno aveva pensato di sfruttare l’hand tracking proprio di Oculus Quest. Anotherway e Vertigo Games si mettono però insieme per proporre questo titolo ispirato al famoso gesto dell’air guitar, in cui suonare una chitarra elettrica a mo’ di Guitar Hero attraverso le nostre sole mani, senza l’utilizzo di alcun controller. Il concept è strafico, ed il trailer lascia ben sperare; non ci resta che aspettare una data d’uscita che non sia un generico 2021.

Vertigo 2 (PCVR – 2021)

Se c’è un gioco PCVR che mi ha fatto impazzire l’anno scorso e di cui hanno parlato in tre cristiani messi in croce è Vertigo Remastered. La riproposizione del classico di Zulubo Productions ha infatti dimostrato quanto talento si nasconde dietro a Zack Tsiakalis-Brown, che in tempi non sospetti aveva già capito molto più di altri sul linguaggio VR. È soprattutto per questo motivo, e per un trailer fenomenale, che aspetto Vertigo 2 con grande impazienza, e non vedo l’ora di ributtarmi nel mondo bizzarro e malato che nasce chiaramente da Half Life, ma che diventa qualcosa di unico ed inimitabile. 2021, ti prego, sgancia sta bomba.

Warhammer: Age of Sigmar – Tempestfall (PCVR/Quest – 2021)

Che delusione Warhammer 40k Battle Sister, ma meno male che c’è Carbon Studio. I ragazzi che si celano dietro alla serie The Wizard hanno infatti in mano un altro titolo in realtà virtuale basato sulla storica licenza di robottoni, e nonostante non ne sappiamo ancora nulla, il trailer in CG si è rivelato così affascinante da meritarsi un posto in questa classifica. Sarà uno shooter? Un puzzle game? Un gioco di pesca? Boh, però l’immaginario presentato dal primo materiale promozionale mi ha preso, e non vedo l’ora di saperne di più.

Humanity (PSVR – 2021)

Con un’uscita fissata per il 2020, e rimandato poi di un anno, Humanity è una sorta di Lemmings iper-bizzarro di cui non si sa molto, ma che presenta un fascino innegabile. Il fatto che l’opera di Tha Ltd sia di fatto un prodotto flat con supporto VR opzionale ci fa ben sperare, quantomeno, per quanto concerne il budget messo a disposizione alla software house di Tokyo, e se il gameplay sarà divertente come sembra avremo un altro imperdibile del mercato PSVR. In arrivo esclusivamente su Playstation 4 e Playstation 5, ed in uscita in un non specificato mese del 2021.

Ilysia (PCVR/Quest/PSVR – 2021)

Gli MMO, purtroppo, scarseggiano nel mercato VR. Nonostante la community chieda a gran voce un esponente del genere in realtà virtuale, l’unico prodotto degno di nota nel mercato rimane quell’Orbus VR oramai un po’ troppo vecchiotto per accontentare l’utenza. Ilysia, prodotto e distribuito da Team 21, potrebbe mettere una pezza a questa mancanza, e nonostante visivamente non sembri troppo avanti al suo diretto competitor, potrebbe proporre un gameplay più stratificato ed interessante. Aspettiamo la fine dell’anno per capire come se la gioca il titolo di Team 21 su PC, Playstation VR ed Oculus Quest.

Trial by Teng – A twilight path adventure (PCVR – 2021)

Dai creatori di Form e Twilight Path, arriva un’avventura a puzzle ambientata nell’oltretomba, in cui dovremo vedercela con creature sovrannaturali, spiriti malvagi e Dei senza pietà. Il mondo di gioco sembra squisito, ed il know how di una software house che ha già lavorato a lungo con la realtà virtuale fanno ben sperare, lasciandoci con una grande voglia di dare un occhio da vicino a Trial by Teng: A Twilight Adventure. Il mese d’uscita non è ancora stato dichiarato, ma a sentimento direi che potremmo serenamente vederlo nella prima metà dell’anno, incrociamo le dita!

Lone Echo 2 (PCVR – 2021)

È ormai troppo tempo che aspettiamo il seguito del capolavoro di Ready at Down. Con una prima uscita prevista per la prima metà del 2020, poi slittata ad un generico 2021, Lone Echo 2 potrebbe essere l’ennesimo game changer del mercato della realtà virtuale, grazie ad una capacità nel gestire la VR da parte dello studio di sviluppo, davvero impressionante. Se il primo capitolo è rimasto a tutti nel cuore nonostante un gameplay non eccessivamente vario, da questa seconda iterazione ci aspettiamo sicuramente un lavoro più profondo sul game design ed un impatto grafico ancora più impressionante. Certo, i rinvii potrebbero esser dovuti al fatto che Ready at Dawn sta provando a portare il titolo su Oculus Quest, ma anche se fosse, speriamo che Lone Echo 2 arrivi anche su PC, quantomeno per rifarci gli occhi dopo quattro, lunghi, anni.

Panzer Dragoon VR (PCVR/PSVR – 2021)

Nata sullo storico Sega Saturn, la saga di Panzer Dragoon ha dalla sua una una fanbase affezionatissima, che ricorda con grande gioia e nostalgia i pomeriggi passati ad eliminare nemici in sella al famoso dragone. Nel 2021 e grazie a Wildman, vedremo un full remake della saga in realtà virtuale, su piattaforme PC e Playstation VR. Nonostante si sia visto ancora poco, se non qualche screenshot che promette comunque bene, non vediamo l’ora di rimettere le mani su questo grande classico, anche perché Rez e Space Channel 5 hanno già dimostrato come i classici Sega si prestino bene al mondo VR.

Project 4 (PCVR/Quest – 2021)

Boneworks rimane tutt’oggi uno dei titoli più incredibili mai offerti dal mercato PC. È per questo motivo, e molti altri, che aspettiamo il nuovo lavoro di Stress Level Zero, ambientato nello stesso immaginario, ed annunciato sia per PCVR che per Oculus Quest. Sono particolarmente curioso di vedere come i talentuosi sviluppatori sfrutteranno specialmente la piattaforma standalone, ma se questo Project 4 sarà bello anche la metà di Boneworks, potrò stare comunque sereno. In arrivo durante il 2021, ma non si sa bene quando.

Rythm of the universe: ionia (PCVR – 2021)

Il nuovo gioco di Rotu Entertanment promette, in ordine: un mondo open world visivamente incredibile, un’avventura basata su puzzle e musica indimenticabile ed una grande narrativa. Ci crediamo? A giudicare dall’ottimo trailer uscito recentemente direi di sì, ma sappiamo bene come questi prodotti indipendenti non rispettino sempre le aspettative, quindi cerchiamo di volare basso. Nella peggiore delle ipotesi, Rythm of the Universe: Ionia sarà una piccola avventura divertente con un impianto grafico ragguardevole, e che potrebbe far tornare interessante il mercato delle esclusive PCVR. Staremo a vedere, speriamo entro fine anno.

Sam & Max: This tim it’s virtual (PCVR/Quest – 2021)

Ma quanto era bello Sam & Max? Non sappiamo molto di questo nuovo capitolo per realtà virtuale dedicato all’iconico duo di Steve Purcell, se non che offrirà una sana dose d’ironia, un buon numero di puzzle e forse – addirittura – delle fasi shooting. Poco importa, l’importante è che avremo finalmente un nuovo capitolo di una delle più grandi saghe PC della storia del videogioco, e che sarà in esclusiva per realtà virtuale. Attendiamo estremamente fiduciosi. In arrivo su PC ed Oculus Quest nel corso del 2021.

Sniper Elite VR (PCVR/PSVR/Quest – 2021)

Un altro titolo ambientato durante la seconda guerra mondiale, ed anche questa volta tratto da una famosa saga del mercato flat. Nonostante Sniper Elite sia, di fatto, una serie meno conosciuta di Medal Of Honor, il gameplay basato prevalentemente sul fucile da cecchino potrebbe funzionare particolarmente bene in realtà virtuale, ed il fatto che il titolo arriverà su tutte le piattaforme VR mi fa ben sperare per la riuscita del prodotto. D’altronde in Rebellion ci lavora gente capace, speriamo che Sniper Elite VR non faccia la fine dell’orrendo Above and Beyond.

N1NE Splintered Mind (PCVR – 2021)

Altro giro, altro titolo ispirato all’universo Cyberpunk. N1NE Splintered Mind è un titolo d’investigazione tra il noir e lo sc-ifi, in cui dovremo risolvere una serie di omicidi sospetti ambientati nel 2099, attraverso un buon numero di elementi interattivi. La prima release date dava N1NE in uscita nel 2020, ma ad un certo punto se ne sono perse le tracce, e ci auguriamo che nel 2021 potremo finalmente mettere le mani su questo bizzarro investigativo per PCVR.

Yuki (PCVR/PSVR/Quest – 2021)

Dopo la saga di Pixel Ripped, non vediamo l’ora di ributtarci in un’opera di Arvore. La software house brasiliana è stata infatti in grado di farci fare un grande tuffo nel passato attraverso la storia del gaming casalingo, e con Yuki puntano a continuare la loro ormai rodata linea editoriale. Yuki non è altro che un bullet hell in terza persona in cui impersoniamo uno space ranger che deve sconfiggere una folta armata di alieni venuti dallo spazio, e ci costringerà a muoverci all’impazzata per evitare colpi da ogni dove e rispedire gli stessi al mittente. Sul fronte audiovisivo Yuki sembra eccezionale, speriamo di poter dire lo stesso sul gameplay. In arrivo su PC, Playstation VR ed Oculus Quest.

District Steel (PCVR – 2021)

Tra uno stealth game ed un action iper-moderno, District Steel si presenta come un progetto delicato e curatissimo, che non potrà che fare la gioia di tutti gli amanti del genere. Dal trailer è tutto molto chiaro: un mondo scifi pieno di robottoni, una lunga serie di armi, un po’ di Metal Gear; tutto sembra essere dalla parte di Barricade Studio in questo ambizioso progetto. Vediamo se questa uscita in early access nel 2021 darà il risultato sperato, esclusivamente su PCVR.

Car Mechanic Simulator (PCVR – 2021)

Altro porting, altra corsa. Nel 2021, su PCVR, arriverà anche il porting di Car Mechanic Simulator, che ci mette nei panni di un meccanico alle prese con le quattro ruote. Se avete sempre sognato di mettere il naso in una Mustang o di riparare costose macchine d’epoca, l’opera di GameFormatic saprà sicuramente accontentarvi, soprattutto grazie al fatto che il titolo di riferimento è ancora oggi il più curato e dettagliato del genere.

Zenith MMO (PCVR – 2021)
Anche Ramen VR prova a buttarsi nel mondo degli MMO, ma questa volta con un immaginario tra il fantasy e lo sci-fi. Visivamente Zenith MMO sembra più interessante dei precedenti e dei prossimi esperimenti, e la promessa di esplorare, craftare e volare sembra esattamente in linea con il genere di riferimento; speriamo solo non faccia la fine di tutti gli altri giochi che hanno provato, senza successo, a riproporre le medesime meccaniche. Zenith MMO è atteso esclusivamente per PCVR, in un non specificato momento del 2021.

Puzzle Bobble VR (Quest – 2021)

Annunciato a sorpresa a metà dell’anno scorso, lo storico Puzzle Bobble sta per fare capolino su Oculus Quest durante l’anno corrente. Prodotto da Survios, che si sta ancora riprendendo dalla batosta di The Walking Dead: Onslaught, Puzzle Bubble VR è l’ennesimo grande franchise che arriva sui caschetti casalighi, e che forte del suo gameplay immediato ed il grande know how della software house coinvolta, potrebbe regalarci delle grandi, gigantesche, sorprese. In questo caso – ripeto – esclusiva Oculus Quest.

Eternal starlight (PCVR – 2021)

Tra un RTS ed un gestionale, Eternal Starlight ci mette al comando di una nave spaziale, in conflitto con un numero enorme di nemici, all’interno di un universo sconfinato. Dalla possibilità di personalizzare ogni aspetto della nostra nave, alle numerose classi presenti, l’opera di White Noise Games sembra un titolo imperdibile per tutti gli amanti degli strategici in tempo reale, e per tutti quelli che dal videogioco cercano soprattutto la profondità. In arrivo ad un certo punto del 2021, esclusivamente per PCVR.

Resident Evil 4 VR (Rift/Quest – 2021)

È vero, è un leak, ma è un leak praticamente confermato, e soprattutto clamoroso. Se c’è un gioco che ha accompagnato la mia adolescenza questo è sicuramente Resident Evil 4, e pagherei oro per poterlo giocare in realtà virtuale, soprattutto se riadattato come si deve con una visuale in prima persona. Capcom ha deciso di non regalarci Resident Evil Village in realtà virtuale; speriamo che questo RE4 VR ne sia un degno sostituto. Aspettiamo di capirne qualcosa nel corso dell’anno, anche se le indiscrezioni lo danno in uscita addirittura a Marzo.

Undead Citadel (PCVR/PSVR – 2021)

Di Undead Citadel se ne parla ormai da un paio d’anni, soprattutto grazie ad un trailer visivamente impressionante, ma ultimamente se ne sono perse un po’ le tracce. Tra un’avventura classica ed un wave combat game, il titolo di Dark Curry annunciato per PC e Playstation VR promette scontri all’ultimo sangue con decine e decine di non morti, all’interno di un setup clamoroso, che non potrà che fare la gioia di chi ama il fantasy più dark. Teoricamente la nuova data è fissata al 2021, ma aspettiamo che la software house si vegli ed incominci a rilasciare nuove informazioni.

RU77 (PCVR/PSVR/Quest – 2021)

I titoli di Mirowin non mi hanno mai fatto impazzire, lo ammetto; ma c’è da dire che i ragazzi continuano a battere il ferro della realtà virtuale, e questo vuol dire che sentono di avere effettivamente qualcosa da dire. Il pre-teaser di RU77, uscito pochi mesi fa, fa però presagire il titolo migliore della software house ucraina, grazie ad uno stile clamoroso, ed un gameplay da FPS velocissimo che potrebbe dare grandi soddisfazioni. Di un FPS sci-fi iper-violento con quello stile ne sentiamo sinceramente il bisogno, speriamo che Mirowin ci accontenti con un titolo di tutto rispetto. In uscita nel 2021 su tutte le piattaforme di realtà virtuale.

Visage (PCVR/PSVR – 2021)

Visage è stato uno degli horror più terrorizzanti della scorsa generazione, tanto che per molti è stato l’effettivo erede di quel PT che ci ha abbandonato davvero troppo presto. Gli sviluppatori hanno dichiarato più volte che avrebbero portato il titolo in realtà virtuale, ed ora che l’opera è conclusa ed uscita dall’early access, i nostri sono pronti a farci urlare di paura attraverso i nostri caschetti casalinghi. Un po’ non vediamo l’ora, un po’ ce la stiamo già facendo sotto, ma una cosa è certa, titoli del calibro di Visage sono letteralmente perfetti per la realtà virtuale.

Agony (PCVR – 2021)

Agony è stato uno dei titoli più discussi degli ultimi anni, soprattutto a causa del suo immaginario crudo e volutamente spregevole, che raramente si è visto nel mondo del videogioco mainstream. Lo studio Ignibit ha recentemente annunciato di essere a lavoro su un full-porting in realtà virtuale dell’opera Madmind Studio, dandoci così la possibilità anche a noi videogiocatori VR di esplorare i meandri degli inferi. Il gioco in sé, sinceramente, non era un granché; ma in realtà virtuale Agony potrebbe finalmente trovare la sua forma più smagliante. In arrivo su PC nel 2021.

Ancient Dungeon VR (PCVR/PSVR/Quest – 2021)

Ancient Dungeon VR ci aveva già stregato con la sua demo su SideQuest, e sta finalmente per arrivare su tutte le piattaforme VR con la full release. Un hack’n’slash con un’estetica alla Minecraft potrebbe – ad occhio – non stuzzicarvi, ma fidatevi quando vi dico che il gioco è splendido, e merita decisamente la vostra attenzione. In dungeon generati proceduralmente dovrete vedervela con non morti, piante assassine, stregoni malefici e così via, attraverso un combat system soddisfacente ed un’estetica piacevolissima, che rendono Ancient Dungeon VR uno dei miei, personali, più attesi dell’anno.

Pirates VR Jolly Roger (PCVR – 2021)

Quanto ci manca un Sea of Thieves in VR! Se Survios ci aveva provato con un titolo che però non esplorava fino in fondo il genere, Split Light Studio invece sembra averci azzeccato, presentandoci un prodotto estremamente completo, visivamente disarmante e ricchissimo di contenuti. Non si sa ancora moltissimo di Pirates VR Jolly Roger, se non che il trailer è straordinario, e che arriverà plausibilmente nel 2021. Attendiamo tutti fiduciosi di avere anche noi l’epica piratesca che meritiamo.

Finisce qui la nostra lista dei giochi VR più attesi del 2021, sperando che ne vengano annunciati molti altri nel corso dei prossimi 12 mesi, e che quest’anno – più dell’anno scorso – sia un anno all’insegna della VR. Con l’arrivo dei grandi franchise sui caschetti casalinghi, in molti potrebbero giustamente prendere in considerazione l’idea di buttarsi nel mondo della realtà virtuale, e se così fosse, VR Italia è prontissima ad indirizzarvi e spiegarvi nel dettaglio un mondo – ahimè – ancora poco conosciuto. In ogni caso, noi non vediamo l’ora di provare tutti i titoli menzionati, e voi? Scriveteci qui nei commenti i giochi che più attendete per i vostri caschetti, e cosa vi aspettate dai prossimi annunci riguardo a PCVR, standalone e Playstation 5. Io vi ricordo di iscrivervi al canale youtube e di lasciare un like, noi ci vediamo al prossimo articolo!



Supporta VR-Italia, visita il nostro store su Amazon, trovi tutti gli accessori necessari per godersi appieno la realtà virtuale e tante altre idee!
https://www.amazon.it/shop/vritalia

Iscriviti al nostro canale telegram OFFERTE VR e tecnologia!
Link: Offerte VR-ITALIA

Acquista OCULUS QUEST 2 già disponibile
Modello 64GB: https://amzn.to/2XZnzxj
Modello 256GB: https://amzn.to/3iE8paj

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY