Un po’ di tempo fa, quando la VR è tornata in auge, Virtuix ha lanciato una campagna su Kickstarter per finanziare la sua pedana omni-direzionale chiamata Virtuix Omni. La campagna è stata subito un successo con 1.1 milioni di dollari raccolti in poco tempo, a fronte dei 150 mila richiesti per centrare l’obbiettivo. Da qui, è stata tutta una strada in salita fatta di ritardi e ridefinizioni del progetto, finché in Settembre la compagnia ha finalmente annunciato di avere pronti i primi lotti di spedizione. Ora Virtuix fa però sapere che i compratori internazionali non riceveranno il prodotto acquistato. Virtuix si è semplicemente accorta che il loro prodotto è davvero molto grande e pesante e una piccola compagnia come la loro non è in grado di gestire la logistica (e i costi) di una spedizione così complessa in ogni parte del mondo. Gli acquirenti internazionali, alcuni dei quali hanno anticipato da ben 3 anni la cifra, verranno quindi rimborsati. Per scusarsi Virtuix riconoscerà loro un interesse del 3% annuale, calcolato su base mensile. Questa non è la sola brutta notizia che accompagna l’uscita di Virtuix Omni, a causa del peso e delle dimensioni chi comprerà la pedana negli Stati Uniti dovrà affrontare un esborso extra di 200 dollari per le spese di spedizione. Chi a causa di questo vorrà rinunciare all’ordine riceverà un rimborso nella stessa misura di quello previsto per gli ordini internazionali cancellati.