Ogni mese sembra uscire una nuova soluzione Wireless per HTC VIVE, come il WiGig annunciato da Intel qualche mese fa, ma in realtà ci sono solo due soluzioni che possiamo concretamente aspettarci di vedere sul mercato a breve termine: TPCast e DisplayLink. Diamo un’occhiata ad entrambe le soluzioni, tenendo presente che per ora chi ha potuto farlo ha testato delle versioni preliminari che potrebbero subire modifiche al momento del lancio ufficiale (TPCast in Cina è già in vendita, ma in Europa regole diverse potrebbero modificare il progetto). Entrambi i prodotti sono comunque maturi e sicuramente molto vicini alla versione finale.

TPCast

E’ stato il primo adattatore wireless annunciato per HTC VIVE, ed è nato attraverso il programma HTC VIVE X Accelerator, un programma di supporto, formazione e finanziamento per nuovi progetti innovativi gestito direttamente da HTC.

Per essere un dispositivo “senza fili”, TPCast aggiunge in realtà una notevole quantità di nuovi cablaggi. Sostanzialmente è un trasmettitore a bassa latenza che elimina la necessità di collegare HTC VIVE direttamente ad un PC. Il dispositivo si aggancia sulla struttura del visore, aggiungendo un peso notevole, che però è tutto concentrato sulla parte alta della testa dell’utilizzatore.

La trasmissione del video è sostanzialmente perfetta, provando diversi titoli VR, anche quelli dove è necessaria molta precisione, non si notano cali di framerate o compressioni dell’immagine. Tuttavia il trasmettitore ha una portata limitata e potrebbe causare problemi se non ha una linea di visuale pulita verso il ricevitore. Le due radio, trasmittente e ricevente, devono essere ben allineate e non ostruite, come se volessimo trasmettere un raggio di luce più che un’onda radio. Lo stesso che accade, in fondo, con le LightHouse di VIVE, ed è per questo che si posizionano solitamente in alto facendo in modo che siano prive di ostacoli.

Oltre al video viene trasmesso l’audio, che è perfetto almeno quanto quello cablato, ma per via della posizione sopra alla testa di TPCast potrebbe essere molto difficoltoso indossare delle cuffie di qualità, limitando le possibili opzioni in ambito audio. Sicuramente non ci sono problemi con le Deluxe Audio Strap, ma cuffie esterne più voluminose potrebbero creare problemi.

DisplayLink

L’adattatore wireless DisplayLink, sviluppato dall’omonimo produttore Inglese di Docking Stations USB, offre un design più compatto del TPCast. Nonostante abbia ricevuto molte meno attenzioni dalla stampa rispetto al TPCast, il dispositivo DisplayLink in realtà sfoggia un design molto competitivo, ottenendo la medesima qualità audiovisiva ma con un set-up molto meno complicato.

Una delle principali differenze è l’approccio al problema della batteria. Sono state mostrate due diverse versioni del dispositivo, una con una batteria da mettere in tasca (come nel TPCast) e un’altra in cui la batteria è inserita nel dispositivo stesso. Quest’ultima opzione aggiunge certamente un peso notevole, ma è anche più pratica quando lo stesso visore deve essere condiviso tra più utenti.

Inoltre DisplayLink si monta sul retro della fascia di HTC Vive, questo significa che il potenziale problema con le cuffia di TPCast non è presente. Tuttavia il dispositivo richiede di posizionare il visore in modo leggermente diverso dal solito e questo potrebbe richiedere un po’ di tempo per abituarsi.

Ovviamente, entrambi i dispositivi hanno i loro difetti. TPCast è complicato da configurare, ma il suo peso è ben bilanciato sulla testa. Display Link è leggermente meno comodo, ma ha un fattore di forma più pratico. In definitiva, molti utenti VIVE prenderanno la loro decisione più in base al prezzo e alla data di uscita che non in base a questi fattori.