Il 19 Settembre 2017 Pimax ha lanciato su Kickstarter una campagna di crowdfunding per i sui visori in realtà virtuale ad alta risoluzione, tra cui spicca il Pimax 8K, che ha dimostrato di essere estremamente popolare presso la comunità di Kickstarter e gli appassionati di VR, tanto che la prima richiesta iniziale di 200.000 dollari è stata coperta in pochissime ore e, ad oggi, più che decuplicata. Al momento in cui scriviamo mancano ancora 8 giorni alla fine della campagna e la cifra raccolta ammonta a 2.229.930 dollari, grazie a 3.512 backers. Questa cifra ha permesso di superare il target di 2 milioni di dollari che ha sbloccato un coupon del valore di 100 dollari per l’acquisto di un modulo wireless, analogo al TPCast per HTC Vive, di cui non è ancora noto il prezzo finale e che sarà acquistabile al termine del kickstarter direttamente dal sito di Pimax. In precedenza erano stati sbloccati il telaio per le lenti correttive e una ventola integrata per il raffreddamento del visore (raggiunti 1.5 milioni di dollari), una headstrap rigida con cuffie integrate, simile alla Deluxe Audio Strap di HTC Vive (per il primo milione raccolto) e una spugna facciale addizionale (con i primi 500.000 dollari, raccolti ancora prima di pubblicare questi obbliettivi).

Il prossimo obbiettivo, che possiamo praticamente dare per scontato se, come presumiamo, il ritmo di raccolta fondi si manterrà a questi livelli, è più un impegno che un omaggio, una parte dei fondi verrà infatti destinata a delle iniziative:

  • una conferenza per gli sviluppatori VR
  • la creazione di risorse per sviluppatori VR al fine di facilitare l’integrazione del Pimax SDK nelle attuali applicazioni SteamVR/Oculus Home
  • Il supporto direttamente nel Pimax SDK a tools popolari come VorpX, ReVive o altri suggeriti dalla community direttamente sul forum ufficiale

Il pezzo forte, che potrebbe dare un grande impulso al mercato VR, viene però dal sesto ed ultimo obbiettivo, quello dei tre milioni di dollari, raccolti i quali Pimax doterà gratuitamente ogni visore spedito di un modulo eye-tracking per il tracciamento oculare. Questa è una tecnologia molto promettente che ad oggi non è stata ancora integrata in nessun visore commerciale e che dovrebbe aprire la porta ad innumerevoli applicazioni che spaziano dal risparmio di risorse grafiche alla creazione di avatar più coinvolgenti e realistici. L’obbiettivo è ambizioso, ma possibile, se verrà mancato lo sarà di pochissimo stando alle proiezioni più pessimistiche.

Pimax ha assicurato che farà il possibile per consegnare il modulo (una volta raggiunto l’obbiettivo) già con i primi visori che dovrebbero essere spediti a Gennaio, e che le versioni complete di sistema di tracciamento esterno lighthouse e i controller dovrebbero essere pronti per Febbraio, come da programma.

A proposito di questi ultimi Pimax ha distribuito una grafica in cui vengono mostrati i vari progetti che si sono susseguiti fino all’ultimo che, pur non essendo ancora una versione finale, non si dovrebbe discostare di molto da quello che verrà effettivamente prodotto e distribuito.

Per tutte le notizie precedenti e le informazioni relative al Pimax 8K vi invitiamo a seguire questo link

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here