Intel produrrà dispositivi WiGig esclusivamente per la VR

1

Con una mossa a sorpresa Intel ha annunciato l’intenzione di dismettere completamente la sua linea di prodotti 802.11ad. L’azienda intende cessare le spedizioni di tutti i suoi dispositivi WiGig di corrente generazione entro la fine del 2017. Intel non ha annunciato alcuna sostituzione dei componenti 802.11ad e afferma che si concentrerà solo sulle soluzioni WiGig progettate per applicazioni VR.

WiGig non è mai diventato molto popolare a causa della sua incapacità di competere direttamente con il Wi-Fi. Anche se può trasmettere fino a 7-8 Gb/s con una latenza minima, a causa dell’elevata frequenza (60Ghz) non riesce a superare i dieci metri di distanza e il segnale non attraversa le pareti. Intel aveva provato a posizionarlo come sistema Wireless per le docking station dei portatili, ma anche qui con scarso successo.

Per la VR invece WiGig è perfetto, perché di norma un sistema VR è raccolto tutto nella stessa stanza. I punti di forza come l’elevata velocità di trasferimento dati sono proprio ciò di cui la VR ha bisogno, mentre i suoi lati negativi (la portata molto limitata) rientrano nei limiti di un ambiente room scale.

All’inizio di quest’anno HTC e Intel hanno già dimostrato di utilizzare la tecnologia alla base di WiGig per un sistema HTC Vive senza fili, ma senza rivelare se sono state usate soluzioni personalizzate oppure chipset Intel già disponibili sul mercato.