HTC potrebbe mostrare il visore VR standalone alla Vive Developer Conference di Novembre

0

HTC potrebbe mostrare per la prima volta il suo visore VR standalone alla conferenza per gli sviluppatori (VDC) che si terrà il 14 Novembre a Pechino. HTC ha recentemente pubblicato del materiale promozionale per la conferenza in cui oltre ad un’immagine velata di un visore si riportano “alcuni importanti annunci” attesi.

La prima apparizione di questo nuovo visore VR risale alla conferenza per sviluppatori Google I/O 2017, dove sia HTC che Lenovo hanno annunciato che stavano lavorando ad un visore standalone con tracciamento della posizione inside-out, compatibile con la piattaforma Daydream di Google.

YiVian, una pubblicazione in lingua inglese che copre l’industria tecnologica cinese, si è recentemente imbattuta in un volantino promozionale per il VDC 2017 che mostra un’immagine sfuocata del visore standalone all’interno di un uovo in procinto di schiudersi. Il volantino promozionale ufficiale dice “una nuova esperienza rivoluzionaria immersiva è arrivata. Rimanete concentrati sulla prossima ondata di innovazioni VR“.

YiVian ha anche scoperto che HTC ha recentemente registrato il nome “Vive M” in Cina, che potrebbe significare ‘Vive Mobile’, ma in realtà altri marchi come “Vive Focus” e “Vive Eclipse” sono stati registrati in questo periodo, aumentando i dubbi sul possibile nome di questo nuovo dispositivo.

La differenza cruciale tra gli attuali visori mobili come Gear VR o Daydream View è l’inclusione del tracking posizionale grazie al tracciamento inside-out del visore. Costruiti con l’aiuto di Google, i visori di HTC e Lenovo si basano sul dispositivo di riferimento Qualcomm VRDK e sono implementati sullo Snapdragon 835.