Sul palco del Bethesda E3 Showcase, l’azienda ha annunciato un nuovo gioco chiamato Elder Scrolls: Blades con la promessa di portare il titolo su ogni dispositivo e sistema possibile. Il gioco supporterà anche i visori di realtà virtuale per PC

Todd Howard, regista e produttore esecutivo presso Bethesda Game Studios, ha presentato Elder Scrolls: Blades come un titolo che nasce principalmente per smartphone, ma con l’intenzione di essere portato su tutte le piattaforme attualmente disponibili. Questo sarà il primo titolo Bethesda pensato per la VR mobile di recente introduzione.

Per ora il gioco è stato mostrato su smartphone nelle classiche modalità tap-to-move e combattimento basato sullo swipe, sia in modalità verticale che orizzontale, mentre non si sa ancora nulla dei controlli sulle altre piattaforme. Il gioco uscirà quest’estate in forma gratuita su iOS e Android, ma Bethesda non ha specificato se ci sarà anche un lancio simultaneo sulle altre piattaforme.

Chi è interessato a provare una versione ad accesso anticipato del gioco può provare, entro il 15 Giugno, a richiedere l’accesso a questo link

3 Commenti

  1. Annamo bene.. Bel passo indietro di Bethesda quest’anno sulla VR. Altro che Fallout 76, o Prey (il DLC compatibile con la Vr non mi aspetto che sia più di un Doom VFR) o Wolfenstein (spinoff che temo avrà un gameplay diverso dal gioco originale) o Dishonored. Speriamo che vada meglio il priossimo anno.

    • Il problema più grande sono naturalmente i costi. SkyRim è costato, 6 anni fa, 90 milioni di dollari, Fallout 4 è simile come stile e profondità, per cui si può stimare una cifra analoga. Un top-seller VR oggi vende sulle 200.000 copie, Anche se sono conti senza l’oste e con ampio margine d’errore, vedi che un vero gioco VR tripla A dovrebbe costare attorno ai 500$ a copia solo per coprire l’investimento. Senza contare i 3 o 4 anni necessari allo sviluppo, e dalla presentazione di Oculus Rift / Vive ne sono passati appena 2.

      • Certo, sono pienamente d’accordo con te. Non mi aspettavo un tripla A esclusivo per la VR, ma un port ben fatto di una delle tante belle avventure che già hanno stravenduto si.. (come appunto é successo l’anno scorso con Skyrim o Fallout)
        Invece devo constatare un passo indietro. Leggo sui blog che sembra che sia possibile che Bethesda abbia cercato di dare un occhio in più di riguardo alle persone sensibili alla motion sickness. Mannaggia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here