Wands: Alliances | la recensione | Meta Quest 2

0

Giocato su Meta Quest 2

Diciamoci la verità, quando è stato presentato Hogwarts Legacy, l’avventura videoludica ambientata nell’universo di Harry Potter, abbiamo tutti pensato la stessa cosa: realtà virtuale. Lo dico da persona totalmente estranea all’entusiasmo collettivo verso la saga; ma è innegabile come l’immaginario intrinseco dell’opera si sposerebbe meravigliosamente con una fruizione immersiva in realtà virtuale. Nonostante non abbiamo ancora avuto il nostro Harry Potter VR, Cortopia Studio ci propone un titolo multiplayer competitivo che strizza decisamente l’occhio al noto franchise inglese, immergendoci in un mondo composto da magia, incantesimi e personaggi decisamente caratteristici. Esce oggi Wands Alliances, un titolo esclusivo per Meta Quest 2 che farà sicuramente la gioia di chi aspettava un gioco online a tema.

Cortopia Studio ci aveva già proposto un prodotto analogo nel 2016 con Wands, su cui Wands Alliances fonda le sue basi, ma che usciva giustamente come un titolo un po’ troppo avanti per i suoi tempi, soprattutto sulle piattaforme su cui era stato lanciato. In questo caso lo studio di sviluppo decide invece di fare all-in: esplorando un immaginario irresistibile e personale, che stupisce immediatamente per la sua pulizia stilistica e la sua grazia nelle meccaniche.
Questo va detto fin da subito: Wands Alliances sembra un prodotto first party di Meta, e non un titolo di terze parti che spunta fuori un po’ dal nulla sullo store di Quest 2, cercando di raccattare due soldi per poi finire in fretta nel dimenticatoio. Ma andiamo con ordine.

Wands Alliances ha un concept semplicissimo: all’interno di tre differenti arene, il nostro scopo sarà quello di attaccare o difendere due punti specifici della mappa, innescando o disinnescando una bomba, a seconda del ruolo che andremo a coprire come squadra. Quest’ultima, composta da tre giocatori online – o voi, più altri due bot – si muoverà all’interno delle arene attraverso uno spostamento a nodi verso micro-aree specifiche, indicate da una grossa lanterna luminosa. Proprio così, un po’ come succedeva nel meraviglioso Tower Tag, in Wands Alliances non ci si muove né con il movimento libero, né con un teleport tradizionale; bensì con uno spostamento ad aree, che rende gli scontri equilibrati, scenografici ed estremamente divertenti.

Il grande pregio di questo sistema di locomotion è fondamentalmente quello di farvi muovere fisicamente nel vostro spazio reale, poiché l’unico margine che avrete per spostarvi, schivare i colpi e attaccare gli avversari, sarà dato dal vostro reale movimento all’interno dello spazio di gioco, e non dalla pressione di una levetta analogica. Un sistema semplice, eppure estremamente complesso da disegnare per restituire il feedback e il ritmo di gioco che Cortopia Studio ha deciso di cucire sul prodotto. Il miracolo è che tutto funziona come previsto.

Gli scontri avvengono attraverso l’utilizzo di due bacchette agganciate alle vostre mani virtuali, che contengono due magie l’una, e che è possibile personalizzare nel pre-partita attraverso un interessante sistema di carte. Le carte sono un po’ la rappresentazione fisica delle skill tipiche del genere, e potremo guadagnarle salendo di livello durante le partite online, associandole infine alla nostra classe preferita. Ebbene sì, Wands Alliances ha anche un sistema di eroi predefiniti con le loro statistiche e le loro abilità uniche, che rispecchiano un po’ quello che ci aspettiamo dal genere di riferimento, ma che potremo personalizzare nella loro componente offensiva, difensiva, e di supporto.
Potremo quindi caricare un healer delle più spaventose magie distruttive, o proporre tutte carte tank al nostro muletto da DPS. Certo, alcune carte risulteranno legate necessariamente a specifiche classi, ma il margine di manovra c’è, ed è divertente anche solo scoprire quanto siano modulabili i personaggi.

In battaglia poi, le partite si svolgeranno a una velocità al cardiopalma. Nonostante il permadeath, e quindi l’impossibilità di far respawnare il nostro alter-ego dopo la morte, le battaglie di Wands Alliances sono furiose, veloci e tesissime; tanto che, nonostante la possibilità di plantare la bomba per chiudere la partita, non sarà raro viversi interi round esattamente come un tradizionale deathmatch a squadre. Ed è qui, che notiamo il primo difettuccio del prodotto di Cortopia Studio.

Nonostante sia evidente il grande lavoro relativo al ritmo del gameplay, Wands Alliances non offre abbastanza scuse per giocare come vorrebbe lo studio di sviluppo, rischiando di rendere un po’ superflua la bella meccanica relativa alla bomba. Il problema poi si accentua nel momento in cui questa è l’unica modalità disponibile nella uno punto zero, e che rischia quindi di stancare l’utenza in fretta, rispetto alla mole di contenuti che, come già annunciato dal team, dovrebbe arrivare nel tempo.

Ed è un vero peccato, perché Wands Alliances è davvero divertentissimo da giocare, e forse ancor di più da vedere. Come al solito per quanto concerne i titoli VR, anche Wands Alliances non rende quanto dovrebbe attraverso due immagini o qualche video su schermo. Tuttavia, dal suo interno, il prodotto sprigiona una bellezza e una pulizia dell’immagine davvero ragguardevole, restituendoci un immaginario “magico” di cui avevamo sinceramente bisogno nel catalogo dello standalone. Splendide le mappe, ottimi i modelli dei personaggi e, in generale, un look davvero unico. È difficile trovare prodotti del genere, tanto che l’altro grosso problema del titolo è che, paradossalmente, è quasi un peccato che il fulcro del gameplay sia relegato all’online.

Il meravigliso Unspoken, uscito su Rift oramai parecchi anni fa, usciva con la sola modalità multiplayer. Anche in quel caso un gioco di magie, anche in quel caso un immaginario splendido. Miracolosamente, un paio d’anni dopo è spuntata fuori la campagna: una di quelle che – noi che abbiamo vissuto la realtà virtuale fin dagli inizi – ci ricordiamo ancora molto lucidamente. Ecco, in un certo senso spero che Wands Alliances faccia più o meno lo stesso percorso, andando ad allargare le sue modalità di gioco, le sue mappe, i suoi personaggi; ma che, soprattutto, proponga a un certo punto del suo percorso anche una campagna a giocatore singolo.

Wands Alliances fa benissimo quello che c’è, ma ci fa mancare tanto quello che ancora, invece, non trova spazio nel prodotto. Il combat system è divertente, il ritmo più che buono, la varietà di magie e personalizzazioni della propria build eccellente. È un po’ il discorso che avevo fatto ai tempi di Demeo: un gioco dalle ottime basi, che ha bisogno di essere rimpinzato nel tempo di contenuti, e che potrebbe darci grandi soddisfazioni in futuro. Per lo stesso motivo, Wands Alliances si becca qualcosina in più del sopracitato sulla fiducia; un voto che potrebbe abbassarsi nel tempo, se i contenuti rimarranno quelli della versione vanilla, o alzarsi, se raggiungerà le vette che oggi ha raggiunto il titolo di Resolution Games.

Wands Alliances è in uscita su Meta Quest 2 il 30 giugno 2022, al prezzo di 19,99€

 




Iscrivetevi al nostro canale Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime novità e stare in compagni di appassionati come voi!
Link: Gruppo VR-ITALIA

Supporta VR-Italia, visita il nostro store su Amazon, trovi tutti gli accessori necessari per godersi appieno la realtà virtuale e tante altre idee!
https://www.amazon.it/shop/vritalia

Acquista META QUEST 2 AL SEGUENTE LINK
Modello 128GB: https://amzn.to/3ukjkM3
Modello 256GB: https://amzn.to/3iE8paj

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY