Tower Tag: recensione e video recensione (PCVR)

0

Giocato su Oculus Rift S

Più o meno ogni settimana, viene lanciato sul mercato VR un titolo multiplayer competitivo che si spaccia come il prodotto più divertente, completo ed attivo della storia dei videogiochi. Puntualmente, dopo tre giorni, i server sono vuoti; il prodotto non si rivela all’altezza delle aspettative, e nel giro di un mese muore. Quando provo quindi un titolo multiplayer in realtà virtuale, ci vado sempre con i piedi di piombo, aspettandomi di tutto tranne che un bel prodotto. E invece, Tower Tag è – o sono certo che quantomeno lo diventerà – un titolo veramente imperdibile per tutti gli appassionati dei competitivi online.

Lo studio tedesco VR Nerds è famoso per aver lanciato sul mercato sia l’interessante Lucid Trips, che – soprattutto – il sopracitato titolo multiplayer negli arcade di tutto il mondo. Uscito in esclusiva per le sale giochi nel 2018, Tower Tag è diventato molto velocemente uno dei titoli più giocati nelle strutture commerciali dedicate alla VR, grazie al suo concept semplice ma perfettamente bilanciato. Il titolo esce ora finalmente anche su PC in Early Access, facendoci già assaggiare un gameplay capace di dare dipendenza e che vedrà la sua full release nell’arco di massimo sei mesi.

La forza del prodotto sta nell’immediatezza estremamente raffinata del gameplay, che ci vedrà impegnati in scontri che vanno dall’1v1 al 4v4, in arene composte da piccole piattaforme con al centro una torre. Il principale colpo di genio per VR Nerds è stato il far coincidere lo spazio fisico a disposizione con l’area virtuale delle suddette piattaforme, che non necessitano quindi di alcun tipo di locomotion che esula dalla vostra effettiva camminata. Avete capito bene, in Tower Tag ci si muove esclusivamente con le proprie gambe, girando intorno alla torre della propria piattaforma per coprirsi dai colpi avversari. Le grandi idee, tuttavia, non finiscono qui; poiché per spostarsi da una torre all’altra, i ragazzi tedeschi hanno escogitato un sistema di macro-movimento brillante ed intuitivo. Una volta puntata la torre con il controller – l’unico che vi servirà per giocare – dovrete prima conquistarla tenendo schiacciato il grip, e poi tirare la corda appena creata per balzare immediatamente sul vostro obiettivo. Inutile dire che il sistema funziona a meraviglia, e risulta sia divertentissimo che accessibile praticamente a tutti.

Le modalità di gioco sono ad oggi tre: Deathmatch, Eliminazione e Controllo. La prima è chiaramente il piatto forte della produzione, poiché ci restituirà tutta l’adrenalina e la velocità propria del gameplay proposto. In arene composte da decine di piattaforme, dovrete scontrarvi contro la squadra avversaria fino allo scadere del tempo; che decreterà il vincitore in base al numero di uccisioni della squadra.
La seconda modalità è invece un deathmatch più strategico, in cui non esiste respawn dopo la morte, e ci costringerà quindi a giocare in modo molto più sicuro e ragionato.
Controllo è invece la versione laser tag di “cattura la bandiera”, in cui dovremo conquistare una grossa torre avversaria attraverso le stesse modalità e lo stesso gameplay delle game-mode sopracitate.

Tutte e tre le modalità funzionano a meraviglia; e nonostante non si differenzino in modo estremamente deciso l’una dall’altra, riescono ad offrire diverse sfumature di un piatto che funziona già ad orologeria.

Nonostante il titolo sia stato lanciato in accesso anticipato, Tower Tag ha già dalla sua una player base discretamente attiva, e non sarà difficile trovare partite durante gli orari di punta del gioco online. Chiaramente per sopravvivere deve almeno decuplicarsi, ma durante le mie sessioni non ho fatto troppa fatica a giocare match quattro contro quattro; ragion per cui la situazione non può che migliorare.

Tower Tag, oltre alla problematica legata ai giocatori, non sembra tuttavia un gioco Early Access. Esteticamente il prodotto è bellissimo, con una palette cromatica vicina ad Echo Arena, ma con un lavoro sulle ambientazioni ancora più affascinante, e che non presenta soprattutto alcun tipo di bug o problema tecnico. Buona anche la varietà dei contenuti, con dieci mappe divise per le tre modalità, che speriamo tuttavia vengano ampliate con l’uscita della uno punto zero. Da quel che dicono in casa VR Nerds, con la full release verrà aggiunta anche la personalizzazione del personaggio, un sistema di ranked che andrà a lavorare sull’accoppiamento delle squadre in base al livello, e numerose migliorie tecniche.

Da segnalare anche il fatto che lo studio tedesco sta attualmente lavorando anche ad una versione nativa per Oculus Quest, che presenterà una libertà di movimento senza pari e potrebbe ergersi a vera e propria killer app per il visore di Facebook. Resta da vedere il lavoro sul downgrade tecnico, che potrebbe far perdere un po’ di atmosfera allo splendido mondo di gioco.

Se non siete ancora convinti, Tower Tag ha dalla sua anche un’altra manciata di chicche che è bene sapere. Se avete una stanza molto piccola, ad esempio, nelle opzioni potrete ridurre ancora di più la dimensione delle piattaforme, godendovi comunque la possibilità di utilizzare il vostro corpo per spostarvi in-game. Un’altra cosa è interessante è invece la possibilità di stamparsi in 3D la pistola originale del gioco, dentro cui va inserito il vostro controller. Questo stuzzicante oggetto vi donerà un altro strato di immersione e precisione durante le vostre sessioni, diventando un must-have per tutti quelli che hanno la fortuna di possedere una stampante 3D. Lo studio di sviluppo sta valutando anche una vendita su larga scala del prodotto già stampato, qualora le vendite andassero bene, quindi supportate questo talentuoso team, che – se possibile – la vorrei anche io!

Tower Tag è uno dei videogiochi multiplayer più divertenti che ho mai provato nella vita, e non mi riferisco soltanto alla realtà virtuale. La possibilità di muoversi nel proprio spazio di gioco, il gunplay semplice ma millimetrico ed un’estetica sempre stimolante, fanno del prodotto VR Nerds un competitivo online assolutamente imperdibile per tutti gli amanti del genere. Ora non ci resta che aspettare l’uscita della full release, sperando che il titolo cresca sempre di più a livello di contenuti, possibilità e player base. Tuttavia, già così com’è, sarebbe un peccato mortale non supportare un titolo che si preannuncia necessario per tutti gli amanti della VR. Ci vediamo sul campo di battaglia.

Tower Tag è disponibile in early access dal 28 Maggio 2020 al prezzo di 17,49€ su Steam, compatibile con Valve Index, HTC Vive, Oculus Rift e WMR.