Sensic, da tempo tra i protagonisti della realtà virtuale e co-fondatore di OSVR, ha finalmente rilasciato il suo visore destinato al pubblico delle sale giochi e dei parchi tematici. Già oggetto di un teasing alla fine dello scorso anno, questo visore nasce per essere più igienico, confortevole, e per offrire un display con risoluzione più alta rispetto ai dispositivi consumer.

Sensics, co-fondatore dell’iniziativa OSVR di Razer che ha prodotto il visore open source HDK, ha le idee chiare su come dei visori VR per gli spazi pubblici dovrebbero differire dalle loro controparti consumer.

In primo luogo c’è l’igiene. Sensics include una maschera facciale ipoallergenica lavabile a macchina fisicamente separata dal display, permettendo ai visitatori di sentirsi a proprio agio, socializzare o scattarsi selfie prima di immergersi completamente nel visore. In questo modo i tempi vengono notevolmente ridotti consentendo agli utenti di preparasi in anticipo, magari quando i visori della sala sono già impegnati da altri utenti. Ancora più importante, Sensics afferma che l’economico supporto che comprende anche la fascia per la testa può essere messo da parte dopo ogni uso, così da venire igienizzato per un utilizzo successivo. Se vi è già capitato di indossare un visore VR dopo che un altro utente ha reso la parte in spugna umida per via del suo sudore potete capire quando sarebbe orribile se questo accadesse in una struttura pubblica, dove numerosi sconosciuti si scambiano il visore.

Per ridurre ulteriormente il problema del sudore questo visore monta due ventole interne, molto silenziose a detta di Sensics, che tolgono l’umidità in eccesso ed evitano anche l’appannarsi delle lenti.

Per quanto riguarda la risoluzione, l’azienda conferma che lo screen door effect (SDE), o “effetto zanzariera”, si è ridotto grazie al doppio display LCD 1440×[email protected], che sfoggia il 70% di piexel in più rispetto a visori consumer come HTC Vive o Oculus Rift. A riprova, l’azienda mostra delle immagini che mettono a confronto il nuovo display con il loro precedente OLED 1080×1200, che è la stessa risoluzione di Rift e Vive

Sulla parte frontale del visore è presente una finestrella trasparente, per permettere ai proprietari di sale giochi e parchi tematici di integrare dispositivi di tracciamento per le mani, come per esempio il Leap Motion.

Il visore VR è pensato per essere integrato con le più svariate periferiche e sistemi di tracciamento, anche se non ne viene citato uno specifico, a parte un sistema integrato a 9 assi che può servire solo per tracciare l’orientamento della testa. Essendo rivolto al pubblico business le soluzioni post-vendita possono essere le più varie, come per esempio il sistema di motion capture IR di OptiTrack

Le unità di pre-produzione sono attualmente in vendita sullo store di OSVR in due configurazioni: una da $2.590 per visore con display LCD a 2.880×[email protected] Hz, e una di fascia più bassa, per $2.160, con display OLED 2160×[email protected] Hz. Nel corso di quest’anno prevedono di poter grandi quantità anche del dispositivo definitivo.

Specifiche tecniche

  • Due tipi di schermo, opzionali: 2880×[email protected] Hz LCD, o 2160×[email protected] Hz OLED, incluso un diffusore a pellicola per ridurre lo screen door effect
  • Supporto facciale removibile
  • Doppia ventola silenziosa incorporata per il comfort e la deumidificazione
  • Finestra IR anteriore per dispositivo Leap Motion integrato (opzionale)
  • Ottica di alta qualità con 100 gradi di campo visivo e messa a fuoco regolabile
  • Tracciatore di orientamento integrato a 9 assi
  • Pulsanti sull’unità per l’interfaccia utente (disabilitati nelle unità di pre-produzione)
  • Fascia per la testa ergonomica e regolabile
  • Supporto per direct mode e asynchronous time warp
  • Supportato da tutti i maggiori game engine, compresi Unity e Unreal