I rumors sulla vendita di HTC a Google si fanno più insistenti

Riguarderebbe la divisione smartphone mentre VIVE rimarrebbe ad HTC

0

Report recenti suggerivano che HTC stesse cercando di separare il business VR da quello legato agli smartphone, da tempo in sofferenza, ora però nuove voci affermano che l’azienda potrebbe effettivamente vendere tutta la sua divisione smartphone a Google.

La pubblicazione cinese Commercial Times, il più importante giornale finanziario pubblicato a Taiwan, dove ha sede anche HTC, riporta (tramite Digitimes) che HTC è in “fase finale di negoziazione” con Google per vendere il proprio business smartphone.

La divisione smartphone di HTC da tempo non riesce ad ottenere buoni risultati, malgrado l’indubbia qualità tecnica dei prodotti, per cui potrebbe essere realmente alla ricerca di una via d’uscita. Secondo i report Google potrebbe stare studiando una partnership strategica, oppure potrebbe acquistare definitivamente la società.

Se questo fosse vero significherebbe per HTC trasformarsi in una società quasi interamente dedicata allo sviluppo della Realtà Virtuale (VR), a parte qualche prodotto minore come HTC Re Camera. L’azienda ha profuso molto impegno in questo settore negli ultimi anni, diventando il primo partner di Valve per il progetto SteamVR, o lanciando diverse iniziative come il servizio in abbonamento Viveport per i contenuti VR, o ancora Viveport Arcade, una divisione a supporto dei prodotti VR nelle sale giochi. Ha inoltre contribuito a formare gruppi come la VR Venture Capital Alliance (VRVCA), un fondo da 10 miliardi di dollari con l’obiettivo comune di supportare chiunque voglia lavorare per la mixed reality, realtà virtuale e realtà aumentata. HTC sarà anche uno dei primi produttori a rilasciare un visore VR standalone utilizzando il sistema di tracking Google WorldSense e l’ecosistema Daydream.

Anche se non abbiamo modo di confermare la voce, sappiamo che Google e HTC condividono già una relazione stretta, in particolare nel settore degli smartphone. Google si serve infatti di HTC per la produzione del suo popolare telefono Pixel, rilasciato lo scorso anno.