Tutti i giochi VR in uscita nel 2024!

0

Il 2023 è stato un anno splendido per il mondo dei videogiochi. Sono usciti così tanti titoli, sia flat che VR, che non sono ancora riuscito a recuperare tutto quello che volevo recuperare, e il 2024 – se tutto va bene – potrebbe addirittura superarlo, con uscite del calibro di Final Fantasy 7 Rebirth, Dragon’s Dogma 2 e Tekken 8. Ma il 2024 non sarà soltanto grandi uscite flat, anzi, le release in realtà virtuale non si faranno attendere fin dai primi giorni dell’anno, con prodotti che puntano a ridefinire il concetto stesso di realtà virtuale. Vediamo quindi cosa andrà a offrirci questo nuovo anno videoludico a tema VR.

The Walking Dead Saints & Sinners – 16 gennaio – Meta Quest 3

Il grande capolavoro a tema zombie di Skydance Interactive riceve finalmente una patch per Meta Quest 3 che dovrebbe andare a sfruttare al cento per cento le potenzialità del nuovo visore, avvicinando la versione standalone a quella PCVR. È vero che l’abbiamo giocato ormai in tutte le salse, ma vale la pena ricordarsi di quanto The Walking Dead: Saints & Sinners sia un gioco straordinario, che vale sempre la pena di esser giocato, specialmente se siete arrivati in VR con il Quest 3 e non avete avuto ancora modo di provarlo.

Bulletstorm VR – 18 gennaio – Meta Quest/PSVR2/PCVR

Tra pochissimi giorni potremo anche calarci dentro al mondo di Bulletstorm, ancora una volta dopo la release su Xbox 360, PS3 e PC di qualche anno fa. Bulletstorm è un FPS feroce e velocissimo, da giocare anche in cooperativa e pieno di violenza muscolare com’era solita proporci la generazione su cui è uscito. Mi disturba un po’ che gli sviluppatori siano Incuvo, ovvero quelli di Green Hell, ma incrociamo le dita e speriamo per il meglio: potrebbe essere il grande gioco d’azione di questo inizio anno!

Retropolis 2: Never Say Goodbye – 18 gennaio – Meta Quest/PCVR

Il 18 gennaio è anche il giorno del seguito di Retropolis, ovvero Retropolis 2. Il primo era una delle migliori avventure grafiche mai sperimentate in realtà virtuale, grazie a una sensibilità molto vicina a quella delle vecchie glorie di Lucas Arts, sarà capace questo seguito di superare il predecessore? A giudicare dal trailer credo proprio di sì. 

Demeter: The Asklepios Chronicles – 25 gennaio – Meta Quest 3

Il primo gioco esclusivo per realtà mista dell’anno, Demeter sembra essere un mix tra Astro Bot: Rescue Mission, Ven, Mixture e un gioco in mixed reality come ne abbiamo iniziati a vedere da pochissimo nel mercato. Sostanzialmente dovremo aiutare la nostra eroina a ritrovare la propria navicella schiantata proprio dentro a casa nostra, attraverso livelli procedurali che si adattano alle nostra mura domestiche. L’idea è stuzzicante, vedremo se l’esecuzione sarà a livello del concept.

Underdogs – 25 gennaio – Meta Quest/PCVR

Underdogs potrebbe vincere il premio roguelike dell’anno, così, a occhio. È un’avventura single player con meccaniche, per l’appunto, roguelike, in cui dovremo distruggere centinaia di nemici in groppa a un mech personalizzabile. Lo stile è straordinario, e si presta tra l’altro molto bene a un visore come il Meta Quest, chissà se il gameplay riuscirà a toccare le vette di altri grandi esponenti del genere, come In Death o The Light Brigade.

Band Space – 29 gennaio – PCVR

Sapete quanto mi esaltano i rhythm game, soprattutto in realtà virtuale. Band Space sembra una sorta di Rockband ma senza periferiche, che tenta di farci suonare dentro a un gruppo musicale mettendoci nei panni del chitarrista, tastierista o – addirittura – batterista di una band. È uscito un po’ dal nulla e sarà disponibile, almeno inizialmente, soltanto su PC, quindi le mie aspettative non sono proprio altissime, ma speriamo di ritrovare qualcosa di degno nel genere dopo quel Rockband VR che ha ricevuto davvero troppo poco successo.

Tomb Explorer VR – gennaio – PCVR

Sempre in uscita in esclusiva su PCVR, Tomb Explorer si propone come il nostro Tomb Raider, ovviamente soltanto per realtà virtuale. Sembra un gioco molto ambizioso, ma il team di sviluppo ci lavora su da tanto tempo, e le vibes che inizio a ricevere dal prodotto sono profondamente positive. Chissà che questo non sia l’anno della rinascita della PCVR, altro che Unreal Engine VR Injector!

OVRDARK – 9 febbraio – PSVR2, PCVR

Un paio d’anni fa avevamo provato la versione VR di Do not Open, un horror contenuto ma interessante uscito poi soltanto in flat per PS5 e PC. Il team non si da però per vinto e decide di realizzare uno spin off di Do not Open esclusiva per realtà virtuale, un po’ con la stessa filosofia che aveva contraddistinto il loro esordio. Del gioco non sappiamo ancora niente, chissà – però – che non si riveli uno degli horror dell’anno!

Under Cover – 15 febbraio – Meta Quest

Quanto vorremmo un Time Crisis in VR? Ci pensa Coatsink, con Under Cover: uno shooter a coperture che parte dalla filosofia che caratterizzava gli FPS da sala giochi, e va a esplorare elementi possibili soltanto in realtà virtuale. Il gioco promette una campagna da cinque/sei ore, la cooperativa e tantissimo divertimento. Speriamo che sia all’altezza, perché questo lo attendo con una certa insistenza!

Madison VR – 20 febbraio – PCVR, PSVR2

Eccoci qui: Madison VR sarà sicuramente l’horror capace di farci perdere anni di vita grazie ai suoi spaventi del 2024. L’originale in flat era un ottimo gioco, non c’è quindi motivo per pensare che questa riedizione in VR non riesca a restituirci le stesse, e più, emozioni che ci aveva regalato la release originale. Madison VR è un horror in cui non possiamo combattere, ma soltanto nasconderci, risolvere puzzle e scappare. È proprio quello che fa per me, e non vedo l’ora di giocarci!

Bootstraps Island – 22 febbraio – PCVR

Se fosse soltanto un survival game generico, come ce n’è tanti, non mi interesserebbe, ma Bootstrap Island unisce invece il survival con il roguelike, promettendo partite brevi ma intense mentre cerchiamo di sopravvivere su un’isola deserta che propone anche un inedito sistema dinamico di ciclo notte/giorno. Visivamente sembra valido e le meccaniche potrebbero funzionare… speriamo solo che non sia Green Hell VR.

Heartshot – 29 febbraio – PCVR

L’esordio di Meadow Studio punta a offrirci un’esperienza cinematica senza paragoni, un po’ com’era stato su PSVR lo splendido Blood & Truth. Con un’uscita in capitoli e in early access solo su PC, Heartshot sembra essere quell’FPS super veloce e scriptato che aspettiamo durante ogni stagione, e che potrebbe divertirci come non ci succedeva da tempo nello stesso genere.

The Pirate Queen – febbraio – Meta Quest, PCVR

The Pirate Queen racconta della più famosa piratessa cinese del diciannovesimo secolo, proponendoci un’avventura ricca di esplorazione, puzzle solving, climbing e così via. Dal trailer sembra troppo bello per essere vero, ma il publisher è un veterano della realtà virtuale, e la protagonista è la Lucy Liu che tutti conosciamo per Kill Bill e Slevin. Attenzione, perché potrebbe essere uno di quei pochi casi in cui un gioco esce un po’ dal nulla e riesce a stupire tutti, diventando un caposaldo del genere!

Stranger Things VR – febbraio – Meta Quest

Febbraio è anche il mese di Strangers Things, l’adattamento videoludico in VR di una delle serie più fortunate della storia della televisione. In questo caso vestiremo però i panni di Vecna, l’orribile mostro del sottosopra che terrorizza i protagonisti della serie originale. Il team di Tender Claws è bravissimo, lo stile sembra davvero unico e l’IP è importante: a prescindere dal tipo di gioco che sarà – che ancora non è molto chiaro – non c’è davvero un motivo per cui non dovremmo essere esaltati per un gioco come questo.

Swarm 2 – 7 marzo – Meta Quest

Il primo Swarm era uno sparatutto arcade e velocissimo ad alta quota che mi aveva divertito davvero tanto, e questo seguito non sembra essere da meno. Certo, dal trailer mi sembra davvero un more of the same del precedente capitolo, ma la formula era già quella giusta, e spero comunque in qualche aggiunta che giustifichi il numero due in coda al titolo. Voi l’originale ve lo ricordate?

Paint the Town Red – 14 marzo – Meta Quest, PSVR2, PCVR

Paint the Town Red era già uscito in flat qualche tempo fa, e torna adesso in realtà virtuale con un porting che sembra proprio la morte sua, letteralmente. Nel titolo di South East Games dovremo sostanzialmente uccidere decine e centinaia di persone attraverso una grafica squisitamente voxel e tanto, tantissimo sangue a fargli compagnia. Sembra un po’ la filosofia dell’ottimo Gorn, ma con livelli molto più grandi e molte più cose da fare. Per sfogarsi dopo una giornata di lavoro potrebbe essere perfetto.

Stilt – marzo – Meta Quest, PSVR2, PCVR

Stilt è un platformer in prima persona in cui correre e saltare da una parte all’altra del livello grazie a due braccia meccaniche a molla, che potrebbero dar vita a un gameplay davvero fuori di testa. Ha già vinto dei premi e la demo è già disponibile: praticamente sono sicuro che ne uscirà fuori un prodotto validissimo per tutti gli amanti del genere. Anche perché di platformer in VR non è che ce ne siano moltissimi… purtroppo!

Umurangi Generation VR – 18 aprile – Meta Quest

Vi dico la verità: quando ho visto il trailer di questo gioco durante un Upload VR Showcase mi sono innamorato. Sarà il suo stile lo-fi, la sua musica, il suo concept, ma non vedo davvero l’ora di giocarlo! È sostanzialmente un gioco di fotografia dentro a un mondo simil cyberpunk dallo stile unico, che è già uscito in flat quattro anni fa e che è riuscito a crearsi una bella schiera di appassionati. In VR potrebbe essere perfetto: incrociamo le dita e aspettiamo!

Arken Age – Q1 2024 – PSVR2, PCVR

Ora, a una prima occhiata Arken Age mi sembra un po’ una truffa. Un gioco senza una grande identità che promette questo e quest’altro, ma che sembra nascere con il solo intento di accontentare una specifica fetta di giocatori. C’è un però: man mano che i mesi vanno avanti il team si dimostra invece appassionato e pronto a sfondare nel mercato della realtà virtuale. Io ci vado con i piedi di piombo, ma potrebbe essere che questa avventura FPS semi opern world futuristica ci possa dare delle soddisfazioni.

Pneumata – Q1 2024 – PSVR2, PCVR

Un cosmic survival horror nei panni di un detective dentro a una cittadina americana abbandonata? Me lo avete venduto. Pneumata punta a essere uno dei survival horror in VR più ambiziosi della storia, specialmente grazie a un comparto tecnico che sembra davvero maestoso e un concept che pare davvero a fuoco. Non si sa tantissimo a riguardo, ma l’editore è Perp Games, che – di solito – non pubblica prodotti di basso livello, anzi.

Medieval Dinasty: New Settlement – Q2 2024 – Meta Quest

Uscito tre anni fa su tutte le piattaforme, Medieval Dinasty è un gioco che ha fatto a lungo parlare di sé. È un mix tra un survival game e un builder ambientato nel medioevo, in cui far crescere e prosperare la propria dinastia, sia in single player che in multiplayer. Arriverà quest’anno il suo porting diretto per realtà virtuale, che promette ore e ore di divertimento a tutti i fan del sandbox e di quello specifico periodo storico. Sincero, non sembra roba per me, ma il prodotto potrebbe essere davvero di alto livello!

MindXCome – Q2 2024 – Meta Quest, PCVR

Un altro roguelike, ma questa volta dal tono surreale e dallo stile cartoon. Sembra un po’ un titolo sulla falsariga dell’ottimo Until You Fall, questo MindXCome, che promette partite veloci, tanti gadget e un gran divertimento. È vero che nel genere abbiamo visto davvero tanti, forse troppi, esponenti, ma se il titolo è valido… perché no?

The Burst – Q2 2024 – PCVR, Quest

Un avventura velocissima dallo stile un po’ alla Mad Max incentrata su combattimenti e velocità: sembra davvero fighissimo. Fin dal primo trailer The Burst aveva catturato la mia attenzione, e non solo grazie al suo stile e al suo gameplay, ma anche grazie a una pulizia che sembra davvero rara, per un prodotto indipendente VR. Di questo ho grandissime vibes, non ci resta che aspettare il secondo quarto dell’anno per scoprire se avevo ragione.

VRSO: Bare Knuckle – Q2 2024 – Meta Quest, PSVR2, PCVR

Quando ci manca un bel gioco di combattimento a mani nude in VR? Creed ci aveva divertito tantissimo, ma si parlava di boxe, mentre VRSO promette scontri da strada violentissimi che potrebbero mettere a dura prova il nostro fisico. Non si è visto niente se non qualche immagine, ma quelle stesse immagini promettono davvero bene: stiamo per giocare al gioco di combattimento VR definitivo?


Zero Caliber 2 – Q2 2024 – Meta Quest, PCVR

Il primo era un FPS single e multiplayer PVE divertente, ma modesto. Con il secondo capitolo il team punta però a fare all in, proponendoci un milsim definitivo nei panni di combattenti armati fino ai denti, anche qui, sia da soli che in compagnia. Di XRealGames comunque mi fido, vediamo se riusciranno a superare il livello di un buon gioco, che non mi aveva fatto impazzire.

Affected: The Manor Asylum – 2024 – TBC

Il primo Affected The Manor era un horror contenuto ma abbastanza spaventoso, mentre questo seguto, sottotitolato Asylum, punta a fare decisamente qualcosa in più. È un’avventura divisa in tre atti in cui esplorare dei luoghi abbandonati dentro cui, si dice, vaghino dei fantasmi, e starà a noi indagare per scoprire se è vero o meno. Così, a occhio, mi sembra che sia vero, e non vedo l’ora di spaventarmi a morte nei panni del protagonista della storia.

Attack on Titan: Unbreakable – 2024 – Meta Quest

Quanto è bello l’attacco dei giganti? Il manga/anime più famoso del mondo arriva in realtà virtuale grazie a un team che ci aveva già regalato un ottimo gioco tratto da un’altra serie a fumetti giapponese. Il concept dell’opera di partenza si presta perfettamente a un gioco in realtà virtuale, che ci permetterà – sicuramente – di scorrazzare a destra e a sinistra attraverso i nostri tool mentre ammazziamo giganti di ogni forma e dimensione. Vorremmo vedere del gameplay vero, ma io rimango fiducioso.

Brazen Blaze – 2024 – PCVR, Meta Quest

MyDearest ci aveva deliziato in realtà virtuale con il loro splendido Dyschronia, una sorta di visual novel super giapponese imperdibile per gli amanti del genere. Questa volta cambiano completamente registro, e ci propongono un brawler competitivo PVP che punta a diventare uno dei titoli più giocati in multiplayer per i nostri caschetti VR. L’idea di un competitivo online basato più sulle botte che sui proiettili mi piace, vediamo se sarà in grado di mantenere le sue promesse.

Contractors Showdown – 2024 – TBC

Tra tutti gli FPS VR presenti a oggi sul mercato, Contractors è uno dei miei preferiti. Quest’anno prepariamoci a vederlo tornare con uno spin off incentrato interamente su un design da battle royale, che si va a scontrare direttamente con quel Population One giocatissimo oramai da chiunque. Forse il genere è un po’ invecchiato e non se ne sentiva l’esigenza, ma tant’è, il team è capace, vediamo cosa tireranno fuori dal cappello.

ConVRgence – 2024 – PCVR

Sembra una sorta di looter shooter in single player ma dal tono alla Into the Radius questo ConVRgence, che è stato in grado di convincerci anche soltanto attraverso un breve trailer di qualche secondo. L’atmosfera sembra ottima, e speriamo in un gameplay all’altezza delle aspettative, ma se il gioco si dimostrerà anche solo la metà dei titoli a cui si ispira potremmo avere tra le mani un prodotto davvero di alto livello.

Defy – 2024 – Meta Quest

Presentato durante l’ultimo Upload VR Showcase, Defy è un horror dallo stile unico, che mi ricorda un po’ uno dei miei grandi amori: Organ Quarter. L’atmosfera, anche qui, c’è tutta, e da quello che si è visto Defy potrebbe essere in grado di unire con grazia fasi di shooting, di esplorazione e di terrore. Io ci credo, e voi?

Drunk or Dead 2 – 2024 – PCVR

Drunk or Dead 2 sembra un gioco delirante, un po’ sul filone di Postal, ma con centinaia di zombie a cui fare la pelle e – soprattutto – la possibilità di giocare multigiocatore. Da quello che si è visto potrebbe essere un gioco divertentissimo o una schifezza inaudita. Io, per ora, non mi esprimo, e aspetto che si veda un po’ di gameplay in più.

Golel – 2024 – PCVR

Un bel dungeon crawler a turni, in VR, mi mancava, ma come adatteranno la formula? Il gioco è basato su un sistema di mobilità unico e sullo sfruttare ciò che ci metterà a disposizione l’ambiente, un po’ come fa spesso il genere. Ci sono zombie, scheletri e castelli abbandonati, manca solo – forse – un’idea forte di gameplay per funzionare davvero in VR. Comunque mi stuzzica, ed è il motivo per cui l’ho messo in questa lista.

Into the Radius 2 – 2024 – PCVR

Già citato in questa lista, Into the Radius è stata una delle grandi rivelazioni degli anni scorsi. Lo sviluppatore ha annunciato che nel 2024 arriverà un seguito, e che ci permetterà di vivere le gesta del protagonista sopravvissuto a una guerra nucleare anche insieme a un amico in multiplayer. Non so cosa offrirà più del precedente, ma anche fosse soltanto il primo con la possibilità di giocare in coop, a me, l’avete già venduto.

Mythic Realms – 2024 – Meta Quest

Un gioco in mixed reality in cui sconfiggere mostri e stregoni dentro alle mura di casa nostra. Di solito i titoli di questo tipo, soprattutto perché la mixed reality è appena nata, mi suonano un po’ cheap. Mythic Realms però è diverso, mi sembra invece un prodotto molto ispirato e con qualche idea inedita nel contesto della realtà mista. Che sia la volta buona che vediamo un titolo di valore in mixed reality?

Silent Slayer: Vault of the Vampire – 2024 – Meta Quest

Schell Games è sinonimo di qualità, e Silent Slayer sembra davvero un gran gioco. A occhio, mi sembra sia molto vicino alla modalità di Five Night’s at Freddy’s VR in cui bisogna sistemare gli spaventosi animatronics che danno il nome al franchise, ma – questa volta – con di mezzo i vampiri. Una sorta di allegro chirurgo in cui si muore di paura, in parole povere. Questo non vedo l’ora di giocarlo!

Behemot  – 2024 – Meta Quest, PSVR2, PCVR

Skydance, dopo The Walking Dead Saints and Sinners, potrebbe fare il grande salto. Behemot è un’avventura viscerale ambientata in un mondo fantasy semi-distrutto, e il nostro compito sarà quello di sopravvivere dentro a queste lande ostili, cercando di sconfiggere dei grossi colossi dal sapore di Shadow of the Colossus. Oltre a un trailer in CGI non si è visto niente, ma promette davvero molto bene.

Soul Covenant – 2024 – Meta Quest, PSVR2, PCVR

Mostrato per la prima volta al TGS dell’anno scorso, Souls Covenant è l’ultimo titolo di Thirdverse: un action ambientato in un mondo post apocalittico in cui vedersela con macchine mortali che spuntano fuori da ogni dove. Non è chiaro se sia un’avventura tradizionale, un roguelike o un gioco multiplayer, ma l’estetica c’è e il team ha dimostrato di aver capito cosa il pubblico cerca dalla realtà virtuale.

Supersonic Fight – 2024 – PCVR

Quando era uscito Ace Combat sul primo PSVR ero rimasto di sasso. Non vedo quindi l’ora di rimettermi in groppa a un cockpit con Supersonic Fight: un simulatore di aerei da combattimento che offre una campagna a singolo giocatore bella succosa, molte modalità multiplayer e l’immancabile free flight. Visivamente sembra ottimo e ha anche il supporto per l’hotas… in mancanza di un Ace Combat esclusivo per realtà virtuale proveremo a farci andare bene questo!

Timeless Heart – 2024 – TBD

Timeless Heart è un mix tra un action game e un film d’animazione in VR, e – da amante della roba giapponese – sono curiosissimo di provarlo. Dal trailer le vibes sono quelle di RUINSMAGUS, che avevo premiato con un 10 un paio d’anni fa, che questo possa essere un suo erede? Non ci rimane che aspettare e incrociare le dita!


Wanderer: The Fragments of Fates – 2024 – Meta Quest, PSVR2, PCVR

Wanderer era stato un gioco straordinario, ma con qualche piccolo difettuccio relativo al puzzle design. Esce quindi nel 2024 una riedizione di un titolo con dell’enorme potenziale, questa volta per PC, Meta Quest e PlayStation VR2. È praticamente un’avventura in cui muoverci su più piani temporali per risolvere puzzle di varia natura, attraverso una serie di tool futuristici e una narrativa interessante, che mette in mezzo anche grandi nomi della storia dell’umanità. Questo me lo rigioco molto volentieri!

GTA: San Andreas – 2024 – Meta Quest

Ormai non ci spero quasi più, ma tre anni fa fu annunciato GTA San Andreas per i nostri visori standalone bianchi, e – da allora – non si è più saputo nulla. Si sa però che in quel di Meta ci stanno lavorando, e speriamo che quest’anno sia quello buono per tornare finalmente, in maniera molto più immersiva, a sfrecciare per le strade della città che da il nome al titolo. D’altronde, cosa può esserci di meglio di un GTA in realtà virtuale?

Finiscono qui i titoli in uscita in questo 2024 per i nostri visori di realtà virtuale, o – almeno – quelli che conosciamo fino a oggi. Sicuramente nei prossimi mesi spunteranno fuori cose ancora più interessanti, giochi esclusivi per PSVR2 che sono un po’ mancati nella seconda metà dell’anno scorso e qualche nuova esclusiva Meta, pronta a farci passare un sacco di tempo con un Quest 3 sulla testa. In ogni caso, sono curioso di sapere quali sono i giochi che state più aspettando in uscita nei prossimi dodici mesi. Fatecelo sapere qui sotto nei commenti e buona VR a tutti e tutte!

 




Iscrivetevi al nostro canale Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime novità e stare in compagni di appassionati come voi!
Link: Gruppo VR-ITALIA

Acquista META QUEST 3 AL SEGUENTE LINK!
MODELLO 128:
https://amzn.to/48vN8co
MODELLO 512:
https://amzn.to/3EVynC4


Sconto del 25% per i migliori giochi META QUEST: https://bit.ly/3CJZBue

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY