Qualcomm mostra i visori che utilizzeranno la sua piattaforma 5G

0

Nelle scorse ore il produttore di chip mobili Qualcomm ha presentato una slide in cui si vedono i principali utilizzatori della futura piattaforma XR2 5G. Per chi non lo sapesse questa piattaforma è pensata in particolare per supportare i visori VR/AR del prossimo futuro: avrà una potenza raddoppiata, permetterà di supportare flussi video 4 volte maggiori e risoluzioni 6 volte maggiori rispetto agli standard attuali. Inoltre si potranno utilizzare fino a 7 telecamere, sia esterne per il tracciamento dei movimenti, sia interne per l’eye-tracking. Con il supporto al 5G sarà possibile scaricare le elaborazioni più pesanti al cloud e trasferirle al visore con pochissima latenza.

Nella slide citata in precedenza è possibile vedere, oltre ad alcuni noti marchi tecnologici e telefonici, anche alcuni visori che saranno costruiti attorno all’XR2. I produttori di questi visori di nuova generazione saranno 3Glasses, iQIYI, Nreal, OPPO, Panasonic, Pico e Shadow Creator, che sebbene probabilmente non conquisteranno grosse fette di mercato, ci permettono di capire come saranno i visori mobili del prossimo futuro. Basta dare uno sguardo alla foto per capire come ergonomia, leggerezza e design saranno sicuramente migliorate, anche grazie alla possibilità di poter dipendere sempre meno da un PC o da una console per funzionare. In un primo momento però questi visori probabilmente avranno bisogno sempre del supporto di uno smartphone 5G per funzionare, anche se Qualcomm prevede dei visori completamente autonomi nei prossimi 5 anni.

Sebbene la maggior parte di questi visori rimarranno disponibili solo nel mercato cinese, speriamo che qualcuno possa sbarcare anche in Europa. E magari la piattaforma XR2 sarà alla base anche del prossimo Oculus Quest, in uscita l’anno prossimo secondo gli ultimi rumor. Il prossimo visore di Facebook però se la dovrà vedere anche con il nuovo progetto dell’ex CEO di HTC. E voi cosa pensate del mercato dei visori del prossimo futuro? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: VRFocus