Inizia la produzione di un nuovo visore Oculus a fine mese?

0

Un recente articolo del Nikkei Asian Review analizza le vendite dei device da gaming in questa prima parte del 2020, concentrandosi in particolare sulla realtà virtuale. Il sito afferma che sia Facebook che Sony si stanno preparando ad incrementare le scorte per la fine dell’anno. La produzione della nuova PS5 (che ricordiamo sarà compatibile con l’attuale modello di PSVR) dovrebbe passare dalle 6 milioni di unità previste in primavera alle 9 milioni di unità disponibili per la fine dell’anno.

Per quanto riguarda Oculus, l’azienda capitanata da Facebook ha visto un aumento della richiesta di visori del 50% rispetto all’anno precedente. In particolare sembrerebbe che una fonte con conoscenze dirette abbia affermato questo:

“Rispetto al calo del mercato degli smartphone, la realtà virtuale è ancora un mercato nascente, ma vediamo una forte crescita per quest’anno e sempre più aziende stanno arrivando nell’arena. Le previsioni di produzione per la seconda metà di quest’anno potrebbero raggiungere almeno due milioni di unità, cioè circa 1,5 volte superiori rispetto alla produzione totale dell’anno scorso. Il nuovo headset VR di Facebook Oculus entrerà in produzione in serie verso la fine di luglio“.

Dall’articolo non si capisce bene se l’aumento della produzione si riferisca agli attuali visori in commercio (Quest e Rift S) oppure al misterioso nuovo visore oggetto di un leak qualche mese fa. Dal leak infatti sembrerebbe che Oculus volesse far uscire già quest’anno un aggiornamento del Quest, più comodo, più leggero, con un refresh più elevato e soprattutto più economico da produrre. A causa del Covid però l’uscita sarebbe stata posticipata ai primi mesi 2021, quindi l’inizio della produzione di massa da fine mese potrebbe essere un’ipotesi realistica. Staremo a vedere.

Cosa pensate di tutto questo? Fatecelo sapere nei commenti!