I Expect You to Die 2 | la recensione | Oculus Quest, PSVR, PCVR

0

Giocato su Oculus Quest 2

Alzi la mano chi non ha mai sognato di fare l’agente segreto. Soprattutto dal Bond di Flaming in poi, in molti hanno fantasticato sul vivere una vita da spia, guidando macchine velocissime, ritrovandosi dentro a situazioni al cardiopalma e sconfiggendo i più bizzarri villain sparsi per il mondo. La realtà virtuale ci permette oggi di fare anche questo, e – in realtà – ce l’ha già permesso quattro anni fa, con l’uscita di I Expect You To Die. L’indimenticabile titolo di Schell Games, uscito su tutte le piattaforme VR, ci metteva a confronto con cinque casi da spy thriller, all’interno alcune ambientazioni uniche piene di enigmi da risolvere e pericoli nascosti. Oggi gli autori di Until You Fall tornano sul loro franchise di riferimento, proponendo un more of the same che non può mancare nella libreria degli appassionati. Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

I Expect You To Die 2 è un seguito solo di nome. Dal numero due di una saga ci si aspetta sempre un qualche tipo di svolta sul fronte del design, una serie di migliorie nel comparto tecnico, un gameplay più stratificato. Ebbene, in Schell Games hanno deciso che no, IEYTD non aveva bisogno di tutto questo, ma soltanto di una campagna nuova di zecca, in cui metterci a confronto con altri puzzle super elaborati e – il più delle volte – estremamente mortali. Chi conosce quindi già l’opera originale non avrà poi molto da sentire, se non che questo seguito vale esattamente quanto il prodotto uscito nel 2017; chi invece non ha ancora giocato l’originale potrebbe ritrovarsi davanti ad una splendida e inaspettata sorpresa.

Nei panni di un agente, il titolo ci mette dunque all’interno di una manciata di situazioni apparentemente statiche, in cui dovremo giocarci al meglio le nostre carte per portare a termine l’operazione ed evitare di morire. In I Expect you To Die non esistono teleport o movimento libero, ed è proprio questo il suo più grande punto di forza. Esattamente come dovrebbe fare un titolo roomscale consapevole, il prodotto in questione ci piazza semplicemente in un punto, ma mura l’ambiente intorno a noi di piccoli puzzle, oggetti da utilizzare come più ci aggrada, cappelli, cibo, collezionabili e così via. Ed ecco quindi che ci ritroveremo dal scegliere la bottiglia di vino più adatta agli avventori nei panni di un bartender, fino ad addormentare i nemici attraverso una serie di fughe di gas all’interno di un’enorme magione; tutto nella stessa location.

La varietà di situazioni del prodotto Shell Games fa anche questa volta centro, con una ricchezza di bit narrativi da fare invidia a molti colleghi, tanto che – nonostante le location siano di fatto soltanto cinque – all’arrivo dei titoli di coda ci sembrerà di aver compiuto una vera e propria avventura dal respiro molto più aperto.

Non tutti i passaggi, tuttavia, risultano immediati come nel più classico del puzzle game, anzi. I Expect you To Die 2 ci costringe non solo a spremere le meningi ad ogni azione che dovremo compiere, ma ci accompagna verso la risoluzione degli enigmi attraverso un sistema da trial & error che in molti potrebbero non apprezzare. C’è da dire che, nonostante anche io non sia un grande fan del rifare all’infinito una cosa fino a quando non la azzecco, la velocità d’approccio ai puzzle fa sì che possiate correre col “pilota automatico” fino a dove siete arrivati, anche se perderete per trenta volte di fila. Se al primo giro ci metterete venti minuti ad arrivare al quinto step, con la consapevolezza di quello che dovrete fare potreste arrivare allo stesso punto in quindici secondi netti, lasciando da parte la frustrazione di dover ripetere continuamente gli stessi movimenti.

Sul fronte narrativo I Expect you to Die 2 rimane dalle parti del primo capitolo: con una sceneggiatura che scimmiotta il sopracitato James Bond, aggiungendo una componente umoristica più vicina al cartone animato, ma comunque efficace nell’economia del racconto. Non stiamo parlando di una storia indimenticabile, ma il racconto funziona.

È anche vero che parliamo di un titolo disponibile esclusivamente in lingua inglese, in cui l’accento british dei protagonisti potrebbe frenare chi non conosce la lingua. La colpa va non soltanto al doppiaggio, ma anche alla mancanza dei sottotitoli, sia in italiano che in lingua originale. È un peccato che in molti non possano approcciare il prodotto proprio a causa di questo problema, ma speriamo che prima o poi Schell Games decida di portare, quantomeno, i sottitotoli nella nostra lingua.

Anche visivamente il prodotto fa bene, soprattutto su Oculus Quest 2, su cui risulta fondamentalmente uguale alla controparte PCVR. Buona la modellazione poligonale, lavoro su luci e palette cromatica, il senso di pulizia e definizione generale, ma è soprattutto l’art direction che risulta particolarmente in linea con le aspettative. Minimale ma efficace, quest’ultima stupisce soprattutto sui suoi elementi di contorno; a partire da una sigla meravigliosa, che non potrà che far felici gli amanti dello spy movie più tradizionale.

Una longevità di un paio d’ore chiude un quadretto che, come anticipavo in apertura, va praticamente a coincidere con il primo capitolo della saga un po’ da tutti i punti di vista, e che fa comunque valere i suoi venti euro di costo grazie a una lunga serie di collezionabili ed achievement, che potrebbero allungare la longevità di un altro paio d’ore.

I Expect You to Die 2 è un prodotto solidissimo, che offre un’abbondante numero di puzzle a buon mercato, e che non può mancare nella libreria di tutte quelle persone che hanno amato il capitolo uno. Di contro, Schell Games intraprende una strada già battuta, già sicura, su cui poteva osare effettivamente di più, ampliando il game design e rivedendo alcuni elementi strutturali. Così com’è, in ogni caso, I Expect you to Die 2 è comunque un titolo consigliato un po’ a tutti, anche a chi vuole scoprire per la prima volta come potrebbe essere vivere nei panni di un agente segreto, a volte estremamente intuitivo, a volte un po’ troppo maldestro.

I Expect you to die è disponibile dal 27 Agosto 2021 su Oculus Quest, Playstation Store e Steam, al prezzo di 20,99€.



Supporta VR-Italia, visita il nostro store su Amazon, trovi tutti gli accessori necessari per godersi appieno la realtà virtuale e tante altre idee!
https://www.amazon.it/shop/vritalia

Iscriviti al nostro canale telegram OFFERTE VR e tecnologia!
Link: Offerte VR-ITALIA

Acquista OCULUS QUEST 2 già disponibile
Modello 64GB: https://amzn.to/2XZnzxj
Modello 256GB: https://amzn.to/3iE8paj

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY