Wave Circles: recensione e video recensione (HTC Vive, Oculus Rift)

0

Come facilmente prevedibile, dopo il successo di Beat Saber sono iniziati a spuntare una quantità insostenibile di cloni e copie carbone del capolavoro di Beat Games. Se la maggior parte di questi prodotti non trovano alcun senso di esistere, dimostrandosi semplicemente una triste copia pedissequa del titolo madre, ci sono altri progetti che provano a partire da quelle basi muovendosi in territori inesplorati. Il terzo titolo in realtà virtuale di PlatformaVR Wave Circles è uno di questi, e si colloca esattamente tra un rythm game classico ed un dancing game.

Wave Circles è una sorta di simulatore di ballo con un’impostazione tipica del rythm game VR, che ricorda sì Beat Saber, ma anche titoli più distanti dai riflettori come BOXVR, Airtone e Soundboxing. All’interno di un’arena “al neon”, quello che dovremo fare sarà posizionare le mani nei punti in cui passeranno una serie di bolle, oltre che seguire dei tunnel che necessiteranno di mantenere un percorso costante. A complicare la questione ci saranno però elementi da colpire soltanto con il capo, detriti da evitare e la classica distinzione tra mano destra e mano sinistra nell’accettazione di un colpo. Al contrario di altri titoli, in cui il record è dato dalla forza con la quale si colpiscono i bersagli, in questo caso basterà mantenere il precorso esatto, cercando di non uscire neanche per un istante dai lunghi tunnel che ci troveremo davanti.

La pena per un singolo errore è la perdita di una vita, per un totale di tre che, una volta esaurite, porteranno al game over. Evitando di sbagliare le vite si ricaricheranno, ma non per questo l’esperienza generale risulterà meno hardcore del previsto. Wave Circles è effettivamente il rythm game per VR più difficile che mi è capitato di provare; vuoi perché ha poco margine d’errore, vuoi perché i movimenti sono ampi e spesso imprevedibili o vuoi perché non mancano alcuni innegabili problemi tecnici.

Il peggiore, ad oggi, è il fatto che non sempre i brani originali risultano a tempo, restituendo coreografie spesso efficaci ma raramente precise su ogni beat. Ed è un problema non da poco, che rovina in larga parte un’esperienza altrimenti interessante ed un filo diversa da quelle che siamo abituati a vivere nei titoli analoghi.

Un altro difetto sta proprio nella tracklist. I brani originali ad oggi sono una decina e nessuno brilla per qualità, sembrando più una collezione di pezzi discreti da libreria che una colonna sonora originale degna di tale nome. Qualche traccia particolarmente divertente c’è, ma nell’insieme abbiamo sentito certamente di meglio in un genere che punta in larga parte sull’affezione per i brani in catalogo.

In soccorso ad una tracklist non molto a fuoco è presente un’integrazione con youtube che, se gestita dignitosamente nel tempo, potrebbe dare soddisfazioni. Il sistema è semplice: inserendo in un box apposito il link di un brano caricato su youtube ci verrà data la possibilità di realizzare un livello attraverso un editor piuttosto immediato. Una volta salvata la coreografia potremo quindi inserirla tra i brani custom e rifarla ad oltranza. Non è certo come avere la possibilità di ricostruire via software un livello, ma l’editor è buono e il risultato può rivelarsi facilmente migliore dei livelli di default.

Visivamente Wave Circles non è nulla di eccezionale, con la solita estetica da rythm game VR che inizia a stancare e che non regala soddisfazioni di alcun tipo; ma in un titolo del genere conta effettivamente fino ad un certo punto.

Wave Cirlces è un rythm game con una base interessante ma che non ha ancora espresso a pieno le sue potenzialità. Fermo restando che il titolo è ancora in early access e può quindi facilmente migliorare nel tempo, ci troviamo di fronte ad un’operazione riuscita soltanto a metà. Il titolo PlatformaVR potrebbe piacere per lo più a chi ha voglia di crearsi i propri custom levels, ma ad oggi ha poco da dire ad un pubblico generalista, che ha già dalla sua opzioni nettamente migliori. Una buona idea che non ha ancora trovato la sua dimensione.

Wave Circles è disponibile dal 23 maggio 2019 su Steam al prezzo di 8,19€, compatibile con HTC Vive, Oculus Rift e WMR.