VR SKATER | la recensione | PSVR2, PCVR

0

Giocato su PSVR2

C’era un tempo in cui lo skate, i Blink 182 e le uscite con gli amici al parchetto erano tutto ciò che ci bastava per essere felici. Poi si tornava a casa, e magari ci si attaccava a Tony Hawk Pro Skater 2 sulla nostra PlayStation, prima di andare a letto sognando Los Angeles. VR Skater, sviluppato e pubblicato da una sola persona su Steam e PlayStation VR2, tenta di riesumare quegli anni, quella sensibilità e quella voglia matta di viaggiare a cento all’ora su uno skateboard scassato, ma pregno di storia e di ricordi.

VR Skater eredità un po’ tutto quello che si è perso nel tempo del sopracitato Tony Hawk Pro Skater e dello Skate di Electronic Arts, ma sotto un’inedita veste in realtà virtuale. L’idea è semplicissima: sei mappe che è possibile affrontare attraverso una manciata di modalità sfida, o esplorandole nella loro interezza per accumulare punti o per imparare nuovi trick. C’è anche un simpatico editor di skate, attraverso cui è possibile personalizzare le nostre tavole con colori di ogni tipo, ruote e rivestimenti, ma VR Skater punta tutto su un gameplay asciutto e un po’ nostalgico, come ce lo ricordiamo dai capostipiti del genere.

Sorge quindi una domanda più che lecita: essendo la realtà virtuale ancora priva del tracciamento delle gambe, come ci si muove nel titolo di DEFICIT Games? Attraverso la nostra mano destra – sempre che decidiate di giocare in regular – dovrete eseguire uno swing che vada in qualche modo a replicare quello della gamba, su una tavola da skate tradizionale. Con la mano sinistra, premendo un tasto, potrete invece direzionare la vostra linea di guida, mentre attraverso il tasto sul pollice eseguirete un piccolo salto. Mentre siete a mezz’aria potete quindi eseguire una serie di gesture che vi permettono di mettere in pratica i trick, e premendo entrambi i tasti sui pollici potrete infine agganciarvi alle superfici per uno slide. È molto più intuitivo a giocarlo che a spiegarlo, il gameplay di VR Skater, ma vi assicuro che una volta presa la mano – anche se di tempo ce ne vorrà un bel po’ – guidare uno skate in realtà virtuale con il solo utilizzo delle braccia vi risulterà più naturale che mai, nonostante le difficoltà iniziali.

È infatti prevalentemente la curva di apprendimento il grande problema dell’opera di DEFICIT Games, che potrebbe scoraggiare chi ha intenzione di approcciarsi al titolo senza avere dimestichezza né con il genere, né con lo sport. Non parliamo di una missione impossibile, e – anzi – ottenere il bronzo in tutte le sfide principali non vi porterà via così tanto tempo, ma cercare di ottenere l’argento, o addirittura l’oro, potrebbe invece rivelarsi una delle sfide VR più difficili della vostra vita.

Poco male, se vi intriga, VR Skater offre davvero un sacco di divertimento, grazie a una cura per il dettaglio maniacale, soprattutto in virtù del fatto che è stato sviluppato sostanzialmente da un solo individuo. Le possibilità nei trick e nella concatenazione degli stessi sono eccellenti, il senso di velocità e di pericolo pure, la voglia di ottenere un punteggio sempre più alto costante. Resta il fatto che – ovviamente – se non siete stuzzicati dall’idea di guidare uno skate in realtà virtuale come ai fasti dei grandi skate game del tempo che furono, VR Skater difficilmente potrà ingaggiarvi nel tempo, nonostante la bontà dei suoi contenuti.

Certo, a oggi sei mappe sono ancora pochine, ma lo studio di sviluppo ha promesso l’arrivo di tre mappe in più entro la fine dell’anno, gratuite per chi acquisterà il gioco durante i primi tre mesi, e a pagamento per chi si porterà a casa il prodotto con un po’ di ritardo rispetto al day one. 

Simpatica poi la colonna sonora, composta prevalentemente da pezzi pop-punk semi sconosciuti ma orecchiabili, anche se la varietà delle canzoni non è proprio eccellente, soprattutto per un titolo che punta a tenerci compagnia per ore e ore. Purtroppo, invece, dal punto di vista tecnico il titolo di DEFICIT Games non fa proprio benissimo, specialmente rispetto a ciò che possono offrire PlayStation VR2 e un PC di fascia alta.
È giusto rincorrere un po’ l’estetica retrò dei giochi marchiati Tony Hawk, ma le mappe di VR Skater sono effettivamente molto spoglie, forse troppo per un titolo che esce oggi, nel 2023. 

VR Skater è una lettera d’amore allo skateboarding e ai giochi che hanno portato sul piccolo schermo lo sport più anni Novanta di tutti. È un videogioco che può divertire, e anche tanto, a patto però di concedersi totalmente a un titolo che richiede di imparare in maniera estremamente precisa tutte le sue meccaniche, senza far sconti a nessuno. Per arrivare a giocare bene a VR Skater vi ci vorranno forse otto, forse dieci, forse quindici ore; per vedere tutto ciò che il gioco ha da offrire ve ne basteranno due; per innamorarvi di un piccolo titolo pensato per un pubblico molto specifico ma appassionato, potrebbe invece bastarvi appena qualche secondo.

 

 

VR Skater è disponibile dal 4 agosto 2023 al prezzo di 19,99€ su Steam e su Playstation 5.

 




Iscrivetevi al nostro canale Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime novità e stare in compagni di appassionati come voi!
Link: Gruppo VR-ITALIA

Acquista META QUEST 3 AL SEGUENTE LINK!
MODELLO 128:
https://amzn.to/48vN8co
MODELLO 512:
https://amzn.to/3EVynC4


Sconto del 25% per i migliori giochi META QUEST: https://bit.ly/3CJZBue

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here