Under The Jolly Roger | La Recensione | Meta Quest 2

0

Under The Jolly Roger è un gioco pubblicato da Herocraft, porting del gioco Mobile Tempest – Pirate Action RPG. L’idea di portare un gioco Mobile su console è già di per se rischiosa, ma pensare di portare la stessa esperienza anche in realtà virtuale, senza tener conto minimamente del tipo di linguaggio usato da questa tecnologia, è folle. Il gioco, infatti, non funziona sotto molteplici aspetti, soprattutto quelli più importanti nel contesto della realtà virtuale. Mettetevi in spalla il vostro pappagallino di fiducia, posizionate una benda sul vostro occhio e navigate insieme a me in questo mare di pixel chiamato Under The Jolly Roger.

Iniziamo spezzando una lancia a favore di questo gioco: Under The Jolly Roger presenta una buona gestione della nave e della ciurma, tramite uno specifico menu dedicato. Qui dovremo non solo decidere in che modo andare a posizionare i nostri filibustieri, dando ad ognuno di loro dei compiti ben precisi, ma potremo anche modificare gli armamenti, le difese e le vele, per riuscire a fronteggiare qualsiasi nemico e diventare così il terrore dei sette mari.

Il gioco presenta una struttura a missioni piuttosto classica e tipica dei giochi mobile, con numerose isole a riempire la mappa; ognuna delle quali ci darà accesso ad alcuni compiti da svolgere, come fronteggiare un determinato veliero o acquistare dei prodotti per poi rivenderli.

Altra nota positiva è la colonna sonora, con tracce create appositamente per il gioco e che ricordano in parte le sonorità della saga dei Pirati dei Caraibi, riuscendo a coinvolgere il giocatore durante tutta la durata del gioco.

Under The Jolly Roger è un titolo che cerca di spingere il giocatore allo scontro, scontro che tuttavia, rispetto alla versione mobile, risulta davvero poco entusiasmante e monotono. Nel gioco originale, durante gli arrembaggi, potevamo prendere possesso del capitano, andando noi stessi alla carica contro i pirati nemici, in una sorte di mini gioco in stile prettamente action. Purtroppo nella versione VR il tutto si limita ad una sequenza scriptata che andremo a osservare dall’alto come una sorta di divinità, senza mai effettivamente prenderne parte all’azione, e senza aiutare in qualche modo il nostro equipaggio. Un vero peccato, perché una modalità simile avrebbe sicuramente dato più dinamismo ai numerosi scontri che si vanno ad affrontare nel gioco.

Altro punto negativo è il comparto tecnico, decisamente inadeguato anche per un hardware portatile come Quest 2, con navi che presentano vele e stendardi immobili, non reagendo minimamente alle variazioni del vento. Questa gestione pessima della fisica della nave mi ha portato spesso a pensare di star guidando un modellino di plastica, piuttosto che un vero vascello pirata, andando a spezzare quel senso di immersione che mi aspetto da un gioco VR.

Sempre parlando del comparto tecnico il gioco presenta un fastidiosissimo pop-up di rocce o isole, ma soprattutto non riesce a farti sentire parte di quel mondo che – con qualche piccola accortezza – sarebbe stato davvero entusiasmante da vivere. Sarà perché alzando gli occhi al cielo vedremo un fastidiosissimo skybox tutto segmentato, o per colpa di un mondo vuoto e povero di dettagli, ma spesso per portare a termine una missione ho preferito usare il viaggio rapido, piuttosto che navigare all’interno dell’overworld.

E infine, ma non per importanza, il gioco presenta numerosi bug, che spesso mi hanno portato a riavviare la partita: il non riuscire a progredire in una missione perché il nemico da abbattere è scomparso, o vendere un determinato oggetto come richiesto e non riuscire comunque a proseguire, sono solo alcuni dei problemi riscontrati durante il mio playthrough.

Under The Jolly Roger è un gioco che ha delle buonissime idee, soprattutto per quanto riguarda la gestione della nave e del proprio equipaggio. Purtroppo però gli sviluppatori hanno svolto un porting da mobile a VR privo di mordente, e soprattutto con elementi di gameplay tagliati o male ottimizzati, portandosi dietro anche numerosi bug piuttosto fastidiosi ed invalidanti. Quindi se siete amanti dei pirati e vi interessa questo titolo fatevi un favore: recuperatelo su mobile e lasciate perdere la versione VR.

 




Iscrivetevi al nostro canale Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime novità e stare in compagni di appassionati come voi!
Link: Gruppo VR-ITALIA

Acquista META QUEST 3 AL SEGUENTE LINK!
MODELLO 128:
https://amzn.to/48vN8co
MODELLO 512:
https://amzn.to/3EVynC4


Sconto del 25% per i migliori giochi META QUEST: https://bit.ly/3CJZBue

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here