Tentacular | la recensione | Quest, PCVR

0

Giocato su Meta Quest 2

Devo fare un grande mea culpa: quando venne annunciato Tentacular non ero per niente convinto. Il fatto che fosse distribuito da Devolver Digital doveva farmi stare ben più attento, e invece ho subito pensato all’ennesimo puzzle game stanco e triste, come ormai ne vediamo – ahimé – parecchi su Meta Quest. Ho fatto un grave errore, perché dopo pochi minuti in compagnia del titolo di Firepunchd Games mi sono reso conto di esser davanti non solo a un ottimo gioco, ma a un prodotto che ricalca alla perfezione l’idea di gaming secondo il sopracitato publisher americano. Scopriamolo insieme nella nostra recensione!

Tentacular vi mette nei panni di un polpo gigantesco che ha appena compiuto sedici anni. La vostra amica del cuore, un’umana che vi ha trovato quando eravate appena nati, vi avvisa che da quel giorno dovrete vedervela con gli abitanti dell’isola confinante, che vi imporranno di iniziare a lavorare per loro, come vuole la legge del paese, raggiunta quella specifica età. Vi ritroverete quindi a girovagare per un mondo popolato da omini bizzarri che chiederanno il vostro aiuto per risolvere questa o quell’altra faccenda, mentre scoprirete sempre di più del vostro passato e dei segreti che circondano l’isola.

La scrittura di Firepunchd Games è divertente e perfettamente in linea con il genere di riferimento, e nonostante risulti a volte un po’ troppo verbosa, è capace di tirarvi fuori un paio di risate, dentro a un contesto che – decisamente – non vediamo tutti i giorni.

Sul fronte ludico la base è semplicissima: attraverso i vostri tentacoli dovrete spostare, lanciare o costruire strutture di varia natura, a seconda di ciò che vi verrà chiesto dalla popolazione. Sembra semplice, ma i tentacoli non sono mani, e dovremmo vedercela con un sistema di controllo specificatamente pensato per essere complicato ma divertentissimo. È quasi il discorso di un Surgeon Simulator, ma con molta più testa e molto più cuore, che vi vedrà alle prese con puzzle non particolarmente complessi a livello logico, ma spesso difficili da eseguire secondo le regole del gioco.

Non tutto funziona alla perfezione, e alcuni dei passaggi più complicati potrebbero portare a frustrazione chi è abituato al gioco a enigmi più dritto e fanciullesco, ma vi assicuro che alcune sezioni di Tentacular sono davvero brillanti in termini di puzzle design, e riusciranno sia a mettervi a dura prova, che a soddisfarvi come poche cose, recentemente, in realtà virtuale.

Ed è proprio la soddisfazione data dal gesto, forse, l’elemento più interessante e convincente di Tentacular, che riprende gli elementi principi della realtà virtuale più popolare, mescolandoli con sei anni di ricerca nel puzzle game iper-contemporaneo, restituendo ai giocatori un mix sempre azzeccato e davvero difficile da non amare.

Anche sul fronte stilistico, Tentacular ha qualcosa da dire. Oltre all’ottimo stile che mischia low poly a texture volutamente anni 90, e che funziona e stupisce soprattutto per coerenza stilistica e pulizia generale, il titolo distribuito da Devolver Digital stupisce ancora di più per la sua fisica. Su Quest non abbiamo mai visto un utilizzo della fisica così preciso e dalla risposta così immediata; né sullo store principale, né in quegli esperimenti su app lab che tentano spesso una strada analoga. Qui abbiamo invece un prodotto pulitissimo, in cui ogni elemento risponde al nostro tocco in maniera egregia, e che ci fa ben sperare per quell’attesissimo Bonelab, che potrebbe portare a compimento il lavoro iniziato da Tentacular nel mostrare i muscoli del motore fisico su standalone.

Simpatica anche la musica e il doppiaggio inventato alla The Sims, che accompagna dei sottotitoli – purtroppo – soltanto in inglese, ma piuttosto sintetici e semplici da comprendere. Discreta anche la longevità, con circa quattro ore abbondanti necessarie a chiudere la main story: una durata decisamente in linea da quello che ci aspetta da un prodotto del genere. Un po’ alto invece il prezzo, che doveva probabilmente stare in una fascia sotto ai venti euro, e che arriva invece ai venticinque pieni per la sua versione Meta Quest. Li vale, soprattutto in confronto ad altra roba con cui condivide lo store, ma il mercato ci ha abituato un po’ diversamente.

Tentacular è un puzzle game che vive di tutti gli elementi che hanno contraddistinto Devolver Digital negli anni. Un ottimo sistema di controllo, un lavoro sui puzzle eccellente e una forma elegantissima, fanno dell’esordio VR di Firepunchd Games un mezzo imperdibile per tutti gli amanti del genere su Meta Quest. Non fatevi ingannare da un’estetica un po’ infantile e da alcuni prodotti analoghi poco felici: Tentacular è quello che vogliamo nel puzzle game arcade sul portatile di Meta, tanto che tutti dovreste provarlo.

Tentacular è disponibile dal 24 marzo 2022 al prezzo di 24,99€ su Meta Quest e Steam.




Iscrivetevi al nostro canale Telegram per restare sempre aggiornati sulle ultime novità e stare in compagni di appassionati come voi!
Link: Gruppo VR-ITALIA

Supporta VR-Italia, visita il nostro store su Amazon, trovi tutti gli accessori necessari per godersi appieno la realtà virtuale e tante altre idee!
https://www.amazon.it/shop/vritalia

Acquista OCULUS QUEST 2 già disponibile
Modello 128GB: https://amzn.to/3ukjkM3
Modello 256GB: https://amzn.to/3iE8paj

Acquista Reverb G2: https://amzn.to/38KW7JY