La realtà virtuale permette un livello di coinvolgimento e di presenza che non ha precedenti, cosa che nelle relazioni interpersonali ha la sua massima espressione nel VR sociale, dove anche i più astratti pupazzi se manovrati da veri giocatori trasmettono una vitalità e una umanità difficile da descrivere a parole. Ciò in cui invece gli esperimenti scarseggiano è nel rapporto uomo macchina, con personaggi virtuali dalle fattezze umane che esprimano in modo realistico emozioni e comportamenti. Cosa che, per inteso, richiede un enorme sforzo tecnico e grafico vista l’enorme complessità del soggetto.

Questo è esattamente ciò che lo studio EVR si appresta a fare, con l’imminente ProjectM. I progetti in questione sono due, quella che dovrebbe essere l’esperienza vera e propria (gioco sarebbe una parola grossa) si chiamerà ProjectM: Daydream, che appare una sorta di Summer Lesson per PSVR in chiave coreana, e ProjectM: Dream che è una demo tecnica del personaggio.

Il video qui sopra si riferisce alla versione Dream (che sarà gratuita): la grafica è interamente renderizzata in tempo reale. La qualità non solo del mero dettaglio grafico ma della verosimiglianza nell’animazione del viso è impressionante, notate le emozioni chiaramente leggibili nel volto momento dopo momento.

In ProjectM: Daydream invece dovrebbe vedersi una applicazione pratica delle tecnologie sviluppate per Dream, anche se dalle immagini il pur ottimo livello di dettaglio generale non sembra raggiungere i picchi del tech demo, dove l’intera potenza di calcolo è destinata al solo personaggio mentre qui va renderizzato tutto lo scenario. In ogni caso al momento non c’è nulla di simile per PC, ne Summer Lesson è mai stato distribuito in Europa, quindi vale sicuramente la pena tenerli d’occhio. Entrambi i titoli saranno disponibili entro 48 ore su Steam, a scanso di imprevisti.