L’infaticabile lavoro di un appassionato della serie, al secolo Nicobass, sta portando al rifacimento amatoriale ma non troppo del secondo episodio della serie Tomb Raider per il suo ventennale, ovvero Il Pugnale di Xian/The Dagger of Xian. L’ottima notizia è che il gioco non solo sta venendo bene, ma presenta il supporto nativo per realtà virtuale. Crystal Dynamics, la software house che lo ha sviluppato, ha già dato il suo benestare ma l’attuale detentore dei diritti Square Enix non si è ancora pronunciata in merito.

Mentre incrociamo le dita per il positivo esito della vicenda, è già possibile scaricare il gioco che non richiede il possesso del titolo originale per funzionare. Il download di 1.8GB può essere effettuato, con un po’ di fortuna e vari refresh, dai seguenti mirror. Per lanciarlo in realtà virtuale, create un collegamento all’eseguibile TombRaiderDOX.exe aggiungendo nei parametri dello stesso -vr preceduto da spazio.

Il gioco al momento ha problemi nelle schermate bitmap, che compaiono in un solo occhio e senza seguire il tracking, ed anche la telecamera esterna è sicuramente da perfezionare in quanto nella fase introduttiva ha alcuni movimenti forzati bislacchi. Se vi dovesse andare in crash, riavviatelo alcune volte fino al corretto inizio della partita, così che vengano salvati i checkpoint fino al gioco vero e proprio. E’ preferibile avere a disposizione un joypad.

Tecnicamente Nicobass ha fatto un gran lavoro, è certamente tutt’altra cosa rispetto al gioco di vent’anni fa, con ottime superfici e un dettaglio apprezzabile. Non per nulla il download odierno è solo una parte del gioco, e pesa ben 2GB, laddove l’originale integrale risiedeva in un solo CD-ROM. Per quanto riguarda la realtà virtuale, non è evidentemente la principale finalità del progetto ma è comunque una funzionalità prevista ed abilitata, se a Tomb Raider DOX verrà consentito di proseguire vedremo sicuramente di meglio nelle versioni successive.