Lo sviluppatore di Virtual Desktop, un’applicazione per Oculus Quest che permette agli utenti di trasmettere in streaming il desktop del PC desktop al visore VR, informa che dopo la recente aggiunta di una funzione che ha permesso ai giochi SteamVR di essere giocato su Quest, Oculus lo sta costringendo a rimuoverla.

Guy Godin è uno sviluppatore VR di lunga data la cui applicazione Virtual Desktop, disponibile anche per PC, consente agli utenti di utilizzare dal proprio visore VR tutto ciò che gira nel desktop del PC, giochi, video e altro.

Oculus ha accettato l’applicazione Virtual Desktop su Quest, tuttavia, questo è avvenuto prima che Godin aggiornasse l’applicazione con una funzione di streaming che permetteva agli utenti di riprodurre i contenuti SteamVR in modalità wireless dal proprio PC verso il Quest. Per il momento, la funzione era un “esperimento”, secondo Godin, e non è stata pubblicizzata come parte di Virtual Desktop, anche se gli utenti l’hanno scoperta velocemente.

Ora Godin dice siccome anche Oculus si è accorto della funzione di streaming di SteamVR, lo stanno obbligando a rimuoverla:

“Ciao ragazzi, mi dispiace annunciarlo ma Oculus non vuole la funzione di streaming SteamVR nel loro store. Ho sviluppato in VR per più di 5 anni e, come alcuni di voi forse sanno, mi piace sperimentare e spingere la tecnologia al suo limite. Ho visto la possibilità di trasmettere in streaming i contenuti VR dal PC, mi è sembrata un’idea molto interessante. Ho pensato che sarebbe stato perfetto per la mia applicazione, dato che già dà accesso al vostro computer. Una specie di funzione bonus. Ho lavorato su questa cosa per mesi ed ero ansioso di migliorarne le funzionalità in base ai vostri feedback degli ultimi giorni, ma secondo Oculus, sto facendo del male a Quest.”

In alternativa, Godin dice che sta studiando la possibilità di offrire questa funzionalità come un’applicazione separata che potrebbe essere caricata in ‘sideloade’ su Quest, un mezzo non ufficiale di bypassare il negozio Oculus ed installare software non autorizzato su Quest.

Lo stesso Godin suggerisce su Reddit che sarà resa disponibile tramite SideQuest nei prossimi giorni.

Oculus ha probabilmente preso questa decisione per impedire agli utenti di riprodurre facilmente i contenuti SteamVR su Quest, proteggendo così la sacralità dell’ecosistema chiuso di Oculus. Tuttavia, è possibile che Godin abbia violato alcune linee guida o regole di sviluppo per far funzionare il tutto, o che Oculus abbia qualche altra giustificazione per forzare la rimozione della funzione.

Indipendentemente dal motivo, questo sicuramente ricorderà alla comunità VR la debacle di Oculus / Revive del 2016 in cui Oculus ha cercato di bloccare ReVive mettendo un controllo sulla presenza del visore fisico. Mentre Oculus sosteneva che bloccare questo software era importante per la sicurezza della sua piattaforma e dei contenuti degli sviluppatori, la comunità VR in generale riteneva che Oculus stesse solo proteggendo il suo ecosistema chiuso a scapito degli utenti. Alla fine, Oculus è tornata sui suoi passi e da allora ha tollerato Revive.