Mr. Hack Jack – Robot Detective: recensione e video recensione (Oculus Rift, HTC Vive)

0

Nonostante negli ultimi mesi Steam non abbia brillato in quanto a grosse uscite VR, le release indipendenti che sfruttano questa nuova tecnologia arrivano sul mercato ad un ritmo forsennato. Sfortunatamente gran parte di questi si rivelano prodotti discutibili e affrettati, con nulla da dire e privi di una qualsivoglia personalità. Discorso ben diverso per Mr. Hack Jack: Robot Detective, opera seconda del piccolo team giapponese Donuts Co. capitanato dall’italiano Andrea di Stefano.

Mr Hack Jack: Robot Detective è un titolo puzzle/investigativo in cui impersoneremo per l’appunto Jack, un detective di latta che, attraverso quattro livelli, dovrà risolvere una serie di enigmi per smascherare un pericoloso omicida. A partire da un hub centrale che ricorda quello di I Expect You to Die, dovremo scegliere uno dei mondi disponibili e, dopo un breve brief testuale, ci ritroveremo catapultati sulla scena del crimine.

Quello che dovremo fare sarà sempre piuttosto semplice: parlare con gli NPC della zona, eseguire le loro richieste ed affrontare un mini-game basato su riflessi e velocità. Le richieste dei nostri colleghi saranno svariate: dal cercare degli oggetti specifici al trovare degli indizi visibili soltanto attraverso una lente futuristica, fino all’hack di alcuni oggetti affrontando i classici test basati sulla memoria.

In termini di gameplay Mr. Hack Jack non si inventa nulla, ma quello che propone è eseguito indubbiamente con grande grazia. Il paragone può risultare azzardato, ma non è difficile vedere nel titolo di Donut Co. un po’ dello spirito Nintendo e di come il colosso di Kyoto affronterebbe la realtà virtuale se avesse un sistema roomscale proprietario.

Difficilmente ho trovato un titolo indie in realtà virtuale con lo stesso polishing e la stessa cura per il dettaglio, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto puramente tecnico.

Mr. Hack Jack: Robot Detective è visivamente splendido, grazie ad una direzione artistica a metà tra – per l’appunto – lo stile di Nintendo e le tonalità più cupe di LA Noire e Blade Runner. Muoversi attraverso i livelli disponibili risulta un grande piacere, nonostante l’ampiezza delle mappe non sia particolarmente generosa ed il numero effettivo di missioni sia relativamente scarso.

Anche la colonna sonora sottolinea quell’irresistibile mix tra lo spirito cartoon e quello più spiccatamente noir, chiudendo un pacchetto che – almeno a livello tecnico – si dimostra ben oltre le aspettative.

Il livello di difficoltà è chiaramente tarato verso il basso, scelta che non stona e anzi denota la voglia di rendere immediata e fruibile a tutti questa breve avventura. Anche il tipo di locomotion scelto dai ragazzi di Donut Co. rispecchia le volontà sopracitate, proponendo un movimento a teleport ben implementato, che funziona a dovere con l’impianto ludico che regge l’insieme.

Sfortunatamente l’avventura si potrà concludere in un’ora circa, e oltretutto si chiuderà in modo terribilmente tronco, lasciando spiacevolmente insoddisfatti. Questo perché la compagnia di Jack è così piacevole e a tratti rilassante che una volta finito il titolo ne vorremo molto, molto di più. Non è da escludere tuttavia l’arrivo di nuovi livelli nel corso dei prossimi mesi, ma tutto dipenderà plausibilmente dalle vendite del titolo base.

Mr. Hack Jack: Robot Detective è un piccolo titolo indipendente sviluppato da quattro persone che ha la forza di un doppia A sperimentale. Vista la breve durata risulta quasi un banco di prova per i ragazzi di Donut Co, che tuttavia hanno ben pensato di rilasciare il gioco ad un prezzo estremamente vantaggioso. Se cercate un puzzle game semplice e bello da vedere, il secondo titolo di Donut Co. è un’opzione quasi obbligata; se avete dei dubbi su genere e longevità tenetelo comunque d’occhio, ad un prezzo scontato può valerne la pena un po’ per tutti.

Mr. Hack Jack: Robot Detective è disponibile dall’11 Maggio 2019 su Steam al prezzo di 12,49€. Compatibile con HTC Vive e Oculus Rift.