Nvidia serie 3000, arriva il DLSS anche per i giochi VR

0

Per chi ancora non lo conosce, il DLSS (o Deep Learning Super Sampling) è una tecnica che, grazie all’utilizzo di algoritmi basati sull’intelligenza artificiale, permette di rielaborare i pixel in modo da visualizzare immagini ad alta risoluzione partendo da risoluzioni molto più basse, con pochissima perdita di qualità. Già molti giochi utilizzano questa tecnica che permette di ottenere un boost importante nel frame rate, soprattutto quando si utilizza il ray tracing.

Pochi giorni fa sono state presentate le nuove schede video Nvidia serie 3000 basate sull’architettura Ampere. Per il momento abbiamo scoperto tre schede: la RTX 3070 (prestazioni simili ad una RTX 2080 Ti, prezzo della Founders 519 euro), la RTX 3080 (prestazioni quasi doppie rispetto alla RTX 2080, prezzo di 719 euro) e la mostruosa RTX 3090 (pensata per il gaming 8K, ad un prezzo di 1549 euro). Prestazioni quindi ottime se pensiamo alle esigenze che ha attualmente la realtà virtuale, ma non è tutto.

Nvidia infatti durante un Q&A riguardante le nuove schede ha rivelato che il DLSS a partire dalla versione 2.1 supporterà anche i giochi in VR. Una notizia molto importante visto il boost di prestazioni che riesce a dare questa tecnologia, e sappiamo bene quanto sia importante la risoluzione in realtà virtuale. Fino ad ora Nvidia aveva affermato che il DLSS aveva problemi ad essere gestito con refresh elevati (come i 90Hz richiesti dalla maggior parte dei visori in commercio), a quanto pare questa problematica è stata risolta. Restiamo in attesa quindi dei primi giochi in VR che sfrutteranno il DLSS 2.1, che sarà sicuramente supportato dalle schede RTX serie 3000 ma probabilmente anche dall’attuale serie RTX 2000.