HTC riceve 1,1 miliardi di dollari da Google

0

Google sta per acquisire il team di HTC che ha sviluppato lo smartphone Pixel e l’accesso alle proprietà intellettuali di HTC, in cambio di 1,1 miliardi di dollari.

Questo denaro potrà sicuramente aiutare HTC, ultimamente pressata da pesanti problemi finanziari, ad aumentare i suoi sforzi nello sviluppo della VR nei prossimi anni, che probabilmente include sia una nuova generazione del visore per PC HTC VIVE, sia i prossimi visori standalone basati su tecnologie di Google come Daydream e Worldsense tracking. Il denaro ovviamente potrà anche essere impiegato da HTC per aiutare il business degli smartphone, di cui HTC rimane proprietaria.

“Questo accordo con Google consente ad HTC di continuare ad innovare in tutti i settori della società e sviluppare prodotti innovativi”, ha dichiarato il portavoce di HTC Patrick Seybold. “Non solo stiamo supportando il nostro business degli smartphone, ma stiamo investendo nelle tecnologie di prossima generazione, tra cui VR, AR e AI. Questo ci permette di continuare ad espandere l’ecosistema della realtà virtuale e far crescere il business legato al VIVE, e focalizzarci su nuove possibilità di business”

L’accordo, che dovrebbe formalizzarsi all’inizio del 2018, mette a tacere le voci che suggerivano fosse in programma una vendita della divisione smartphone a Google. HTC continuerà invece a sviluppare i suoi prossimi smartphone mentre farà crescere il business di VIVE. HTC concede a Google una licenza “non esclusiva” per le proprietà intellettuali di HTC oggetto dell’operazione.

Alcuni dipendenti di HTC, molti dei quali stanno già lavorando con Google per sviluppare la linea di smartphone Pixel, passeranno a Google.

Google dovrebbe svelare i dettagli dei suoi prossimi passi in ambito VR, e la nuova linea di smartphone Pixel, in occasione di un evento che si terrà il 4 Ottobre.