HTC presenta Vive Focus, ecco tutto quello che sappiamo del nuovo visore stand-alone e la nuova piattaforma Vive Wave

0

Durante la conferenza degli sviluppatori Vive di Pechino, Alvin Graylin, presidente di HTC, ha rivelato il Vive Focus, un visore VR standalone con tracciamento posizionale inside-out.

Anche se non sono state fornite specifiche dettagliate durante la conferenza, sappiamo che il dispositivo si basa sul design di riferimento Snapdragon 835 VR di Qualcomm, questo ci fa supporre uno schermo 2,560 x 1,440 AMOLED a 90Hz e un campo visivo che potrebbe andare dai 100 ai 110 gradi.

Il visore è, come già detto, indipendente, non ha bisogno di essere collegato ad un PC né ha bisogno che venga inserito uno smartphone al suo interno come per il Gear VR. E’ dotato di telecamere a bordo in grado di tracciare la posizione nello spazio dell’utente senza bisogno di piazzare sensori esterni, come oggi accade per HTC Vive e Oculus Rift, imitando cioè la tecnologia già mostrata con i visori Mixed Reality di Microsoft.

Il visore presenta un fattore di forma particolarmente curato dal punto di vista dell’ergonomia, con una distribuzione dei pesi molto equilibrata e un sistema di ritenzione regolabile dietro alla nuca.

Il visore non sarà compatibile con Google Daydream, come inizialmente supposto, utilizzerà invece una nuova piattaforma appena annunciata, Vive Wave, descritta come piattaforma aperta.

Non dimentichiamo che questo visore è pensato soprattutto per il mercato Cinese, dove Google è spesso bloccato e non gode della stessa presenza a cui siamo abituati in occidente, l’intento di HTC è consolidare i contenuti del mercato cinese dei visori mobili, che ad oggi è molto frammentato e manca di una piattaforma di riferimento unica. HTC in pratica si pone l’obbiettivo ambizioso di diventare per il mobile cinese quello che SteamVR di Valve è per il mercato VR desktop occidentale, una piattaforma aperta ed agnostica nei confronti dei dispositivi, aperta a tutti i produttori di visori di terze parti. HTC afferma che più di 100 sviluppatori stanno già lavorando sui contenuti per HTC Vive Focus.

Lato hardware, dodici partner cinesi hanno già firmato per fornire supporto a Vive Wave, con nomi come 360QIKU, Coocaa, Thundercomm, Idealens, Nubia, Pimax e Pico, molti dei quali hanno prodotto il proprio hardware VR, come Pico e Pimax.

Non manca un controller Bluetooth 3DoF, simile ad una versione ridotta del controller di Samsung Gear VR, ma con una disposizione diversa dei pulsanti. Il lato superiore è dotato di un trackpad per il pollice, un pulsante di selezione e un pulsante per la centratura del campo visivo, i bilancieri del volume si trovano sul lato destro e il grilletto si trova sulla punta del lato inferiore.

Unity Technologies ha già reso noto che integrerà il supporto a Vive Wave nel suo software di creazione di contenuti, uno dei più utilizzati dagli sviluppatori VR su ogni piattaforma, compreso un sistema di pubblicazione “one click” su Viveport, il portale di HTC per la distribuzione dei contenuti.

A Maggio Google aveva annunciato una nuova linea di dispositivi standalone basati sul suo ecosistema VR Daydream, sempre basato su un design di riferimento Qualcomm e con il tracciamento posizionale WorldSense. Nello stesso periodo HTC aveva confermato che avrebbe rilasciato un dispositivo con marchio Vive nell’ambito di questa iniziativa. L’uscita di Vive Focus pare però aver fatto cambiare idea ad HTC, e il progetto è stato accantonato

Per mostrare il nuovo visore HTC ha utilizzato il videogioco VR Spark of Light dello studio Pillow’s Willow. Alvin Graylin Wang spiega che è stato utilizzato questo titolo, già disponibile su Gear VR e Daydream, per mostrare il migliore livello di dettagli e la possibilità di avvicinarsi agli elementi del gioco.

Andy Lürling, CEO di Pillow’s Willow, fornisce anche ulteriori dettagli, parlando di un più alto framerate (presumibilmente 90Hz, contro i 60Hz di Gear VR). Sempre secondo Andy Lürling alla distribuzione nel mercato cinese seguirà, più avanti nel corso dell’anno, quella nel resto del mondo. La versione occidentale del Vive Focus potrebbe arrivare con il nome di Vive Eclipse, marchio recentemente registrato da HTC.

I dettagli sul prezzo e la data di uscita di Vive Focus non sono stati ancora annunciati.