Gamescom 2020, tutto quello che abbiamo visto in VR

0

Dopo un’estate caratterizzata da un susseguirsi di conferenze francamente deludenti per noi amanti della realtà virtuale, l’Open Night di questa Gamescom 2020 si è rivelata sicuramente più interessante. In queste righe cercherò di riassumere tutto quello che si è visto riguardante la VR. Se volete rivivere l’intera conferenza commentata in italiano, non dovete fare altro che seguire questo link.

Sam & Max: This Time It’s Virtual

Ritorna la buffa coppia poliziesca Sam & Max, e lo fa in realtà virtuale! Non si sa praticamente niente di questo nuovo gioco di Happy Giant, tranne che dovremo aiutare la coppia a risolvere strani crimini e salvare il mondo, il tutto condito dalla tipica ironia del duo di poliziotti freelance. Vi invito a guardare il breve trailer per ulteriori dettagli, scoprirete in particolare di poter usare un’arma mai vista in un gioco VR. Appuntamento per l’uscita nel corso del 2021.

Star Wars: Squadrons

Il nuovo story trailer di Star Wars: Squadrons è incentrato sulla campagna imperiale, mostrandoci una delle missioni che giocheremo in single player. Ovviamente confermata la possibilità di giocare l’intera campagna in VR, oltre che il multiplayer. Durante il filmato possiamo vedere anche un piccolo spezzone tratto proprio dalla modalità in realtà virtuale (dal minuto 1:20 circa), con la quale saremo ancora più immersi sia a bordo della nostra astronave, sia durante i briefing tra le missioni. Star Wars: Squadrons si conferma quindi una delle produzioni più importanti disponibili in VR, in uscita il prossimo 2 ottobre.

Medal of Honor: Above and Beyond

Il piatto forte per noi amanti della VR è arrivato alla fine della conferenza, con un nuovo e spettacolare trailer di Medal of Honor: Above and Beyond. Tra combattimenti a bordo di carri armati, aerei, lanci col paracadute e persino sparatorie da una slitta, i ragazzi di Respawn Entertainment ci propongono un gioco altamente spettacolare, resuscitando un franchise così importante nel migliore dei modi. I combattimenti a piedi poi sembrano più vari che mai, con la possibilità di usare le armi da fuoco nei combattimenti corpo a corpo, così come armi bianche ed altri oggetti improvvisati. Un gioco che sembra quindi utilizzare al meglio tutte le interazioni rese possibili dalla VR, per farci sentire realmente immersi in una storia di guerra. Dalle parole del game director di Respawn apprendiamo poi altri dettagli: il gioco sarà diviso in tre atti, dallo sbarco in Normandia all’infiltrazione dietro le linee nemiche. Non ci saranno cutscene ma tutta la storia verrà vissuta in prima persona, ed è prevista una modalità multiplayer di cui si sa ancora molto poco. Fortunatamente non dovremo aspettare ancora molto per mettere le mani sul gioco, che uscirà nel periodo “holiday 2020”, quindi tra i mesi di novembre e dicembre.