Ex pilota centenario torna a volare ancora una volta grazie alla VR

0

Un’esperienza di Realtà Virtuale (VR) ben realizzata è in grado di influenzare molto il lato emotivo dell’utente, può spaventarvi, divertirvi oppure toccarvi il cuore, come è capitato a Lyle Becker.

Becker ha 100 anni. Pilotava aerei durante la seconda guerra mondiale, e ha trascorso altri 25 anni dopo la guerra lavorando come pilota commerciale. Intel ha offerto al centenario l’opportunità di venire al suo laboratorio VR di Hillsboro, in Oregon, per provare un’esperienza VR.

Prima di tutto, il team di Intel ha fatto indossare a Becker un visore HTC Vive e per consentirgli di ambientarsi gli ha offerto la possibilità di nuotare con le meduse nelle profondità oceaniche, grazie alla famosa esperienza VR theBlue, poi Becker  ha visitato luoghi come Firenze, o la Devils Tower nel Wyoming usando Google Earth VR.

Becker è stato poi condotto ad una (piuttosto semplice) postazione di simulazione di volo in cui veniva eseguito Aerofly FS 2 Flight Simulator, dove è stato in grado di mettere a frutto i suoi decenni di esperienza di volo per pilotare un aereo monomotore.

“Lo percepisco come fosse reale”, ha dichiarato Becker entusiasta mentre azionava i comandi, “E’ incredibile”.

Becker ha dichiarato di sperare di poter testare presto una tecnologia VR senza fili.

“Tutto questo sviluppo tecnologico è sorprendente. Certo, non ho ancora molto tempo per aspettare, quindi andate avanti”, ha dichiarato infine con un sorriso.