CES 2019: HTC ha appena rivelato al CES 2019 due nuovi visori VR. Il primo dei due visori annunciati oggi è stato HTC Vive Pro Eye. È una rinnovata versione del Vive Pro dello scorso anno con un aggiornamento chiave: l’eye-tracking integrato. Questo vi permette di utilizzare i vostri occhi come input, ma, cosa ancora più importante, consentirà il foveated rendering, ovvero utilizzerà l’eye-tracking per visualizzare alla massima qualità solo la parte del display VR che l’utente sta realmente guardando. Il resto dello schermo godrà di una qualità più bassa, ma questo non è visibile all’utente perché si focalizza in quella parte della retina meno sensibile ai dettagli. Sempre oggi nVidia ha annunciato una partnership con HTC proprio su queste tecnologie.

Non ci sono ancora prezzi o date di uscita, ma HTC dice che questo è un prodotto di livello aziendale. Visto che già il Vive Pro parte da un prezzo di 799 dollari per il solo visore, aspettatevi un prezzo elevato per questa soluzione.

Il successivo, probabilmente più eccitante, visore rivelato è il Vive Cosmos. Si tratta di visore di livello consumer che integra un sistema di tracciamento inside-out, ma con un maggior numero di telecamere rispetto alle soluzioni già viste sui Windows Mixed Reality. Sappiamo che può funzionare collegato ad un PC, ma HTC allude anche ad un qualche tipo di funzionalità portatile, magari in abbinamento ad uno smartphone esterno.

Molto particolari sono i nuovi controller del Cosmos. Sono simili ai nuovi controller di Oculus Quest, ma il pattern di tracciamento intorno agli anelli è davvero insolito. Anche in questo caso non ci sono notizie su prezzi, disponibilità o specifiche, che si spera arriveranno preso, anche sul sito dedicato.

Di seguito una galleria d’immagini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here