I visori VR basati su Windows 10, in dirittura d’arrivo dai vari partner di Microsoft, funzioneranno con il noto software di Valve, Steam.

L’annuncio odierno da parte delle aziende potrebbe avere implicazioni di lunga durata per l’evoluzione del settore VR, consolidando ulteriormente la supremazia del negozio di Valve, già leader nel settore PC gaming, come un centro di accesso unico per i contenuti in grado di funzionare con qualsiasi visore VR basato su PC. Steam supporta già HTC Vive, Oculus Rift e OSVR.

Non è chiaro se il supporto Steam sarà automatico per tutti i titoli VR quando sono presenti visore e controller di movimento VR basati su Windows o se i singoli sviluppatori dovranno aggiungere manualmente il supporto alle singole applicazioni. Per il momento, Valve e Microsoft hanno rifiutato di fornire ulteriori dettagli.

L’introduzione dei visori Windows Mixed Reality è un grande passo avanti per VR“, ha dichiarato Joe Ludwig di Valve. “Lavorare con Microsoft per includere la compatibilità SteamVR con questi dispositivi è anche un grande passo avanti nella crescita della VR come piattaforma aperta per sviluppatori e consumatori. Con un’ampia gamma di opzioni hardware disponibili presso i principali produttori di PC, la comunità Steam avrà più scelta che mai per sperimentare il sorprendente potenziale della VR

L’approccio di Microsoft ai controller manuali per VR ha suscitato più di una perplessità, dato che ci si aspetta funzionino al meglio solo quando direttamente visibili dai sensori del visore, ma recentemente sono apparsi degli hand-on in cui si riusciva ad usarli anche quando si trovavano dietro le spalle. Molti giochi VR si basano su gesti come lanciare o afferrare oggetti da un proprio zaino virtuale, come nel caso in cui si deve caricare una freccia in un arco. Questi gesti funzionano molto bene con Vive e Rift perché i loro sistemi di tracciamento individuano la posizione dei controller tramite dei sensori esterni, al contrario del sistema Microsoft che usa quelli integrati nel visore. Se davvero fossero in grado di eguagliare queste funzionalità, questi visori potrebbero segnare una svolta grazie ad una configurazione più semplice, costi inferiori e contenuti di grande spessore.