Star Wars Squadrons: tutti i piloti al briefing, tra poco si parte!

0

I pilastri dell’esperienza online di Squadrons sono le sfide, le operazioni e il vostro livello. Sono questi i tre elementi che vi consentiranno di accumulare Gloria, una valuta che potrete ottenere solo giocando e che vi aiuterà a sbloccare gli oggetti estetici. Potrete inoltre ricevere punti esperienza (PE) in tantissimi modi. Così facendo salirete di livello e guadagnerete Requisizione, una valuta usata per sbloccare i componenti delle navi. Le sfide operazione e quelle giornaliere sono obiettivi a tempo e a rotazione che vi premieranno con delle ricompense una volta completati.

Le operazioni sono dei cicli lunghi 8 settimane. Ogni operazione è caratterizzata da un set di ricompense estetiche che è possibile sbloccare solo completando delle sfide. Alcune sfide offrono a loro volta delle ricompense uniche. Tali ricompense non saranno più disponibili una volta rimosse le sfide operazione a cui sono collegate, a meno che queste non ritornino in futuro. Se un avversario sfoggia questo tipo di personalizzazioni, allora saprete già di avere davanti un giocatore piuttosto appassionato. Anche il grado di Battaglie flotta è legato a questi cicli di 8 settimane. Quando un’operazione giunge al termine e ne inizia una nuova, il grado competitivo raggiunto nella modalità Battaglie flotta verrà azzerato, per consentire una valutazione regolare delle vostre abilità. I gradi, dal più basso al più alto, sono: Anticonformista, Fenomeno, Eroe, Audace, Leggenda, Asso galattico.

I giocatori avranno anche un livello personale. Quello del livello è un percorso di avanzamento lineare che non subisce mai un reset, a differenza del grado. Per i primi 40 livelli, otterrete punti Requisizione che potrete usare per sbloccare nuovi componenti per le navi. Se siete tra i piloti più appassionati e raggiungete il livello 40, avrete abbastanza punti per sbloccare tutti i componenti, il che vi permetterà di provare qualsiasi combinazione per i vostri caccia stellari. Lo scopo dell’avanzamento di livello non è quello di diventare più forti, ma di avere a disposizione più opzioni (grazie ai componenti) durante le partite.

Mentre giochi a Star Wars Squadrons, potrai sbloccare i componenti (tramite i Punti Requisizione ottenuti) per i caccia stellari. Possono essere equipaggiati per cambiare il modo in cui le tue navi funzionano in modo superficiale o radicale. Alcuni influenzano i caccia stellari in modo passivo, per esempio potenziando le loro capacità difensive con diversi scafi o scudi, mentre altri prevedono modifiche più attive, come ad esempio le abilità che puoi usare. La creazione di configurazioni che soddisfano il tuo stile di gioco e le situazioni che affronti aiuteranno i piloti a eccellere in combattimento. In totale, ci sono fino a sette slot componenti, ma le navi senza generatore di scudo ne hanno solo 6.

  • Armi principali
  • Parti ausiliarie (X2)
  • Contromisure
  • Scafo
  • Scudi
  • Motori

I caccia stellari possono essere equipaggiati con un massimo di tre componenti passivi e quattro componenti attivi. I componenti attivi variano a seconda della situazione e a volte possono avere un impatto notevole sul gioco. I tre tipi di componenti attivi sono le armi primarie, i componenti ausiliari (di cui ci sono due slot) e le contromisure. I componenti della nave passiva invece offrono modifiche alle prestazioni generali dei motori, dello scafo e degli scudi, in genere tramite incrementi percentuali e diminuzioni delle loro statistiche. Con il tuo equipaggiamento di default, i caccia stellari saranno ben bilanciati e non avranno più punti di forza o debolezze, ma grazie alla loro personalizzazione, potrai decidere cosa fare. Spesso bisogna scendere a compromessi tra ciò che si ottiene e ciò che va sacrificato, e queste decisioni possono fare la differenza in battaglia.

In Squadrons, sia i piloti (imperiali e della Nuova Repubblica) che tutti i tuoi otto caccia stellari possono essere personalizzati. Quando inizierai, avrai le normali sembianze dei tuoi piloti equipaggiati: un abito arancione di volo per la Nuova Repubblica e uno nero per l’Impero. L’aspetto del tuo pilota sarà utilizzato sia nella modalità storia a giocatore singolo che nelle modalità multigiocatore. In generale, la maggior parte degli elementi estetici viene sbloccata tramite i punti gloria che ottieni durante il gioco. Entrambi i piloti avranno diverse teste tra cui scegliere tra le fazioni (con la Nuova Repubblica che ha opzioni sbloccabili non umane), oltre a diversi stili vocali. Tutte le opzioni possono essere combinate e abbinate liberamente. Potrai dare libero sfogo alla creatività con il modo in cui potrai personalizzare il pilota con le opzioni per le diverse teste, le tute di volo per tutto il corpo, l’abbigliamento per il torso, indumenti per le gambe, caschi e guanti.

E questo vale anche per il tuo caccia stellare! Se vuoi rappresentare uno dei classici squadroni X-Wing come la squadriglia rossa, resta fedele ai nobili valori della Squadriglia Vanguard, oppure effettua una verniciatura completamente diversa, puoi farlo. Lo stesso vale per la flotta imperiale. Compreso il tuo abitacolo. Potrai aggiungere piccoli oggetti sul cruscotto, come un ologramma della galassia, o appendere un piccolo casco Assaltatore dall’alto. Ci sono un sacco di opzioni che puoi decorare e, pur essendo dentro, i tuoi nemici potranno vederli quando ti sconfiggeranno.

Di tanto in tanto ci saranno anche degli eventi bonus, alcuni dei quali vi permetteranno di ottenere Gloria extra. Inoltre, completando alcune parti del gioco sbloccherete dei bundle di oggetti estetici. Sono presenti un bundle per il completamento della storia per giocatore singolo e un altro per il completamento del tutorial di Battaglie flotta.

Ricordo che Star Wars Squadrons avrà il supporto VR completo per l’intero gioco. Tutta la campagna e tutto il multiplayer è completamente giocabile in VR sia su PC e PS4, con il supporto al cross-play VR/Flat e PC/PS4. Anche al di fuori della realtà virtuale, il gioco è giocabile solo in prima persona all’interno dell’abitacolo. Per quanto abbiamo visto non ci sarà alcun supporto per i controller di movimento. A partire da ora le opzioni sono gamepad, tastiera / mouse o HOTAS per PC; per PSVR, supporterà DualShock 4 e HOTAS, ma il supporto HOTAS richiede il download della patch Day One.

Questi sono i requisiti PC per giocare in VR:

Minimi in VR:

Sistema operativo: Windows 10
Processore (AMD): Ryzen 3 3200G
Processore (Intel): Intel I7-7700
Memoria: 16 GB
Scheda grafica (AMD): Radeon RX 480 o equivalente
Scheda grafica (Nvidia): GeForce GTX 1060 o equivalente
Versione DirectX: 11
Requisiti per la connessione online multiplayer: 512 KBPS o connessione Internet più veloce
Spazio su disco rigido: 30 GB

Consigliati in VR:

Sistema operativo: Windows 10
Processore (AMD): Ryzen 3 3200G
Processore (Intel): Intel I7-7700
Memoria: 16 GB
Scheda grafica (AMD): Radeon RX 570 o equivalente
Scheda grafica (Nvidia): GeForce GTX 1070 o equivalente
Versione DirectX: 11
Requisiti per la connessione online multiplayer: 512 KBPS o connessione Internet più veloce
Spazio su disco rigido: 30 GB

Star Wars Squadrons costa 39,99 euro su tutte le piattaforme e in questo momento non è disponibile alcuna edizione digitale deluxe o da collezione. Ad oggi sappiamo per certo solo che la realtà virtuale sarà supportata nella versione Steam. Il gioco uscirà il 2 ottobre 2020 per PC, Xbox One e PS4.

Ci vediamo tra le stelle, piloti.

Fonte: ea.com