Speciale Protube – Sparare in Realtà Virtuale non sarà più la stessa cosa (PCVR/QUEST/PSVR)

0

Giocato su Oculus Rift/HTC Vive

Devo ammetterlo, quando è arrivato questo pacco piccolissimo e mi sono accorto che il Protube fosse totalmente smontato non ero troppo entusiasta all’idea di mettermi a vedere istruzioni e smanettare con chiavi a brugola. Tanto è vero quel che dico che il Protube è rimasto nella scatola per diverse settimane prima che mi preparassi psicologicamente a montare il tutto, non sono un fanatico di lego e di puzzle e l’idea di doverlo montare mi dava l’orticaria.

Questo non mi mette in buona luce per uno dei prossimi articoli\video che ci vedrà alle prese con LaboVR però ho dovuto ammettere che una volta montato la soddisfazione è stata una sensazione che mancava da tanto tempo. Passando oltre ai divertimenti infantili e parlando di cose da adulti, sì da adulti,  il Protube rappresenta un prodotto davvero solido e bello da vedere montato, robusto al tatto e facile da settare per trovare la dimensione e proporzione giusta per le nostre braccia. Il prodotto è molto semplice da acquistare online, con un sito facile da navigare per poter configurare al meglio il nostro Gunstock. Noi grazie ai ragazzi di Protube abbiamo potuto scegliere e optare per un paio di cups magnetici per RiftS e un paio di cups avvitabili per Htc Vive, ad essere sinceri l’ordine originale prevedeva un paio di attacchi per Index, ma visti i recenti problemi abbiamo contattato la loro assistenza per modificare l’ordine prima che venisse spedito.

Veniamo al punto che è quello che vi interessa: comprandolo diventerete finalmente competitivi e non più delle pippe stratosferiche ai giochi di shooter grazie al gunstock? La risposta è chiaramente…NO, non diventerete più forti e competitivi. Se non eravate capaci prima tanto meno lo sarete adesso, ed è un po’ una piccola anti-pubblicità per il prodotto e quindi dato che non solo Protube ma anche tanti altri venditori millantano di estrapolare da voi del talento nascosto, mi rincuora dirvi che non sarà assolutamente così. Quello che ho notato è che anzi per certi versi ero anche meno competitivo di prima. Anche con Cups magnetici non si ha la stessa rapidità nel prendere un nuovo caricatore, sostituirlo o prendere una granata nel confronto che si avrebbe senza Gunstock. Non nego che giorno dopo giorno la mia abilità sia aumentata anche trovando quella memoria muscolare che riportava sempre il braccio nel punto giusto, ma non ho mai sentito la sensazione di essere davvero più competitivo o di avere un vantaggio, anzi alle volte nel dover usare solo la pistola mi è sembrato spesso di avere niente più che un ulteriore impiccio tra le mani.

Non mi sento di dire dopo diversi mesi di utilizzo che giocare con il Gunstock sia l’equivalente di giocare con un mouse con meno input Lag e con refresh 144Hz perché sarebbe riduttivo. Il merito del gunstock è di aprire le porte a nuove possibilità di divertimento e di immersività. Sicuramente quello che mi sento di consigliare con più certezza è che se siete già dei maledetti killer in Contractors, Pavlov ed Onward potete prenderlo e vi divertirete allo stesso modo perché non sarete più deboli di ora e rimarrete comunque competitivi e più immersi nell’azione. Se invece siete scarsi, ma scarsi scarsi non aspettative di poter diventare dei cecchini della VR da un giorno all’altro, e anzi spesso e volentieri vi pentirete pure di stare usando un gunstock dopo la quinta morte di fila. È però innegabile che la sensazione di immersività e divertimento che si ottiene è molto superiore, e meno sarete pretenziosi sulle vostre prestazioni in game e più vi divertirete.

Magari invece che giocare competitivo proverete solo a usare il gunstock nei giochi shooter a ondate e con arcade di vario genere per scoprire che alla fine è molto meglio giocare così che stressarsi tra una morte e l’altra per trovare la giusta angolazione di settaggio in modo da far combaciare il gunstock perfettamente con il vostro fucile virtuale. Facendo un ulteriore paragone però il passaggio ad usare un gunstock non è sbalorditivo come quello che si prova a giocare in VR con un Playseat a i giochi di guida. In quel caso l’esborso è giustificato al 100% perché oltre all’immersività che nessun’altro hardware fino ad ora può regalarvi, con un playseat diventerete anche molto più competitivi sia nel mero hot-lap che nella ricerca della traiettoria in staccata e sorpasso.

Tirando le somme questo accessorio nello specifico ma anche un qualunque Gunstock è comunque un qualcosa che non può mancare tra gli appassionati di giochi in realtà virutale. Alla luce di tutti i ragionamenti non posso che consigliarlo a chiunque, e suppur sia un accessorio che per volontà di marketing sembri indicato più a un pubblico hardcore che a un utente casual il mio pensiero finale è che sia adatto a chiunque piaccia giocare gli shooter in prima persona parte da Arizona sunshine  a Dead effect VR fino ai già citati Pavlov e Onward.

Concludiamo questo breve video per ringraziare i ragazzi di Protube per averci dato la possibilità di provare questo prodotto e vi auguriamo a tutti buona VR

È possibile acquistare Protube al seguente Link