Il tracking SteamVR viene usato per programmare i robot industriali

0

La società tedesca Wandelbots, specializzata in robotica, ha ottenuto un investimento di 30 milioni per sviluppare TracePen, il suo nuovo prodotto. Come si vede dal video in apertura, TracePen è una sorta di tracker che aiuta tantissimo la programmazione dei robot industriali. Dopo aver calibrato questo strumento direttamente sul braccio robotico, è possibile effettuare dei movimenti manuali che verranno memorizzati dalla pennetta ed in seguito replicati fedelmente dal robot.

Ma cosa c’entra tutto questo con il tracking SteamVR? Semplice, TracePen sfrutta il tracciamento fornito da due base station (incluse nel pacchetto), le stesse utilizzate per il tracking dei visori e dei controller all’interno di SteamVR. La precisione fornita dalle base station è sub-millimetrica, perciò è possibile far apprendere al robot movimenti molto precisi. Una volta programmato, il robot sfrutterà il suo tracciamento interno, quindi con un solo kit è possibile programmare più robot.

La tecnologia di Valve non è assolutamente l’unica disponibile in ambito industriale (OptiTrack per esempio sembra più potente e precisa), ma la sua versatilità unita al basso costo la rendono adatta per applicazioni di questo tipo. In fondo la stessa Valve quando introdusse la sua tecnologia di tracking, immaginò che il suo sistema potesse diventare una sorta di “wi-fi per il rilevamento dei movimenti”. Conoscete oltre a questa altre applicazioni che fanno uso delle base station di Valve? Fatecelo sapere nei commenti!

Fonte: Road to VR