Il nuovo robot umanoide di Toyota utilizza HTC Vive per il controllo a distanza

0

Toyota ha recentemente rivelato T-HR3, robot umanoide di terza generazione dell’azienda.

Progettato principalmente come esperimento utile ad esplorare nuove tecnologie per rendere i robot fisicamente più capaci, il T-HR3 si mostra con un nuovo “sistema di manovra remota” che non solo riflette i movimenti degli utenti sul robot, ma permette loro di vedere e interagire con il mondo attraverso occhi e braccia del robot utilizzando un esoscheletro, un visore HTC Vive e un paio di Vive Trackers.

Controllato tramite quello che Toyota chiama “Master Maneuvering System“, il T-HR3 permette all’intero corpo del robot di essere azionato da una persona grazie ai comandi indossabili che secondo l’azienda rispecchiano i movimenti di testa, mano, braccio e piede dell’utente.

Sia il robot stesso che il Master Maneuvering System contengono una serie di motori, riduttori e sensori di coppia collegati ad ogni giunto. Un totale di 16 controlli comanda 29 singoli componenti del corpo del robot, creando quello che l’azienda definisce “un’esperienza utente fluida e sincronizzata“.

Toyota sta posizionando il robot come il prossimo passo logico nell’obiettivo finale di creare un assistente amichevole in grado di aiutare le persone in una varietà di ambiti, tra cui la casa e le strutture mediche, come anche luoghi più pericolosi quali cantieri edili o zone colpite da disastri. Mentre l’investimento in robot umanoidi controllati dalla telepresenza cresce ci sono inevitabilmente una serie di effetti collaterali positivi per gli utenti VR, come migliori sistemi aptici e dispositivi di full immersion che potrebbero essere utilizzati anche per controllare gli avatar VR. Poiché progetti come questi sono ancora in fase di prototipazione, dovremo solo aspettare e vedere cosa succede durante l’inevitabile ascesa dei nostri compagni robot.

Se volete vedere il T-HR3 in azione, sarà presentato al prossimo Salone Internazionale del Robot dal 29 novembre al 2 dicembre 2017, al Tokyo Big Sight.