Anche se abbiamo assistito di recente ad un forte calo di prezzo di Oculus Rift e HTC Vive, e i nuovi visori di Microsoft si annunciano ancora più economici, la VR rimane comunque una proposta costosa. Il leader di Unity 3D, noto motore grafico e tra i più utilizzati nel settore della VR, dice che il problema si risolverà da solo molto presto.

In un’intervista su TechCrunch, il CEO di Unity John Riccitiello ha guardato al futuro della VR, facendo riferimento alla lenta adozione della tecnologia da parte dei consumatori.

“Le applicazioni commerciali stanno decollando velocemente, ma in generale il lato consumer della VR è in una fase di avvio lento” ha detto Riccitiello. “L’hardware è troppo costoso e non è così funzionale come ci si aspetta. Questi problemi si risolveranno tra il 2018 e il 2019, ed è quello che sto dicendo dal 2015”

Ed è vero, Riccitiello aveva predetto che ci sarebbe stato un gap negativo tra le aspettative di vendita e la realtà, quando sono stati lanciati i primi visori consumer, e si può dire che non si sia sbagliato. E’ rassicurante quindi vedere che una voce così autorevole, ma obbiettiva, continui ad avere fiducia in questa tecnologia.