Eden Tomorrow: recensione e video recensione (PSVR)

0

Tra i prodotti in realtà virtuale che vanno per la maggiore, il racconto sci-fi si posiziona indubbiamente in cima ad un’ipotetica top five dei setup ambientali più battuti. Accompagnato dal fantasy e dall’FPS militare, questo sottogenere ci ha regalato in questi anni alcuni titoli di tutto rispetto, come Farpoint e Red Matter, senza dimenticare alcuni buoni indie su PC. L’ultimo arrivato dei tedeschi di Soul Pix vuole entrare di forza nell’immaginario degli aficionados, affiancandosi ai migliori esponenti del genere attraverso un racconto dall’impronta cinematografica che strizza l’occhio al walking simulator.

Dopo essere atterrati di emergenza su un pianeta alieno insieme al nostro robottino da accompagnamento, ci ritroveremo ad esplorare un luogo sconosciuto e poco amichevole, cercando oltretutto di recuperare una memoria che sembra essere scomparsa con l’atterraggio. Il pretesto narrativo di Eden Tomorrow non è dei migliori e, anzi, cavalca con una certa insistenza tutti i cliché tipici del genere senza raccontare mai nulla di interessante. Fortunatamente il piccolo compagno del protagonista, una piccola IA volante tra il Claptrap di Borderlands e la spalla di Innocent VR, riuscirà a tenere in piedi una sceneggiatura blanda grazie ad una caratterizzazione sì estremamente abusata, ma anche discretamente efficace.

Il nostro compito sarà quello di inoltrarci tra le rovine di un pianeta abitato da robot assassini e viverne mostruose, viaggiando fondamentalmente dritti e assistendo a decine di momenti scriptati che hanno la pretesa di risultare spettacolari. L’impronta è chiaramente quella del walking simulator con brevi incursioni nel puzzle game, in cui ci verrà chiesto di prendere comando del nostro partner per esplorare l’area e liberarla da eventuali nemici ed ostacoli. Soul Pix ce la mette evidentemente tutta per rendere varia l’esperienza, sia sul fronte scenografico che su quello del gameplay, nonostante sfrutti in più di un’occasione le stesse tre meccaniche per la durata di tutta l’avventura. Il risultato è un viaggio breve e fitto ma poco incisivo sia sul fronte della personalità che su quello prettamente tecnico.

Essendo Eden Tomorrow un titolo che punta esclusivamente sull’immersione e che manca quasi totalmente di sfida ci si aspetta un’esperienza sensoriale quantomeno in linea con i suoi precursori più rinomati. Invece le ristrettezze di budget si fanno sentire praticamente da tutti i punti di vista; da un impatto visivo mediocre ad un design generale opinabile; da un gameplay ingessato ad un polishing poco in linea con le esclusive PSVR.

Tuttavia, alla fine dei conti, Eden Tomorrow è un titolo che qualcosa riesce a dare. Nonostante l’immersione sia minata dal solo supporto del Dualshock 4, alcuni specifici scorci risultano effettivamente efficaci ed ogni tanto donano al giocatore momenti interessanti ed onestamente godibili. E’ il caso del primo incontro con una viverna, di un tramonto mentre ci avviciniamo ad un accampamento o, ancora, di una corsa in mezzo ad dinosauri dalla stazza titanica. Questi brevi momenti – forse semplicemente figli del medium – riescono a tenere blandamente in piedi un titolo che, altrimenti, non offe nulla di nuovo in un mercato VR ormai dominato quasi solo dagli indie.

Siamo contenti che PSVR stia aprendo le porte a molti studi indipendenti, un po’ meno che la qualità media dei prodotti presenti sullo store stia iniziando inevitabilmente a scendere. Eden Tomorrow non è un titolo da PSVR, è un titolo che potrebbe benissimo stare su Steam a 9,99€ insieme alle altre centinaia di giochi spesso mediocri ed ogni tanto dignitosi, ma di cui nessuno tra qualche mese si ricorderà. Se amate i walking simulator e trovate Eden Tomorrow in gran sconto potete farci un pensiero ben consci di quello che ha da offrire, in tutti gli altri casi evitate e speriamo che gli studi tripla A tornino a popolare lo store Playstation.

Eden Tomorrow è disponibile dal 12 Febbraio su Playstation Store al prezzo di 19,99€, compatibile con PSVR e Dualshock 4.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here