Silicon Rising: recensione e video recensione (PCVR)

0

Giocato su Oculus Rift S

Dopo un primo titolo VR inedito in occidente, la software house cinese KUKRGAME fa finalmente il suo esordio nel mercato PC worldwide con Silicon Rising, un cover shooter adrenalinico di stampo arcade che non mancherà di compiacere chi cerca un’esperienza cinematografica al cardiopalma.
Il titolo è attualmente in fase di early access, ed avremo quindi accesso soltanto al primo atto della campagna, ma già da ora la strada intrapresa è evidente e possiamo iniziare a darvi le prime impressioni in merito.

Silicon Rising parte subito in quinta. Dopo un breve dialogo all’interno di una stanza d’hotel saremo infatti catapultati immediatamente all’interno dell’azione, in una lunga sparatoria che durerà praticamente fino alla fine del gioco. Il genere è quello dello sparatutto a coperture, il metodo è quello di Time Crisis & Co. già visto e replicato in realtà virtuale da titoli di grande spessore quali Blood & Truth ed Arktika.1.

Avete capito bene, in Silicon Rising non ci si può muovere liberamente in free locomotion, ma si dovrà procedere attraverso un sistema a nodi dinamico che vi permetterà di sfruttare il roomscale della stanza agendo su coperture e vari elementi dello scenario.
Chi vi parla è un grande sostenitore delle esperienze su binari, poiché permettono davvero di sfruttare lo spazio della stanza di gioco, impedendoci di effettuare anche il più pigro dei movimenti attraverso il thumbstick del joypad. Oltre a questo, permettono anche agli sviluppatori di lavorare in modo più preciso sul ritmo di gioco, che ci accompagnerà quindi fino alla fine esattamente per come è stato pensato, senza incappare in tempi morti dettati dalle abilità del singolo giocatore.

Quello che dovremo fare sarà quindi muoverci da punto a punto, eliminando tutte le forze nemiche a suon di armi automatiche e raccogliendo power-up ed altre bocche da fuoco semplicemente sparando alle icone sparse per i livelli, esattamente come vuole il genere di riferimento. Ma non finisce qui, perché la varietà di situazioni è evidentemente quello che KUKRGAME cerca con più insistenza, e difatti ognuno dei cinque livelli disponibili ad oggi presenta meccaniche uniche.

Se nel primo dovremo soltanto sparare all’impazzata, nel secondo vestiremo i panni di un cecchino che dovrà coprire un alleato infiltrato, nel terzo verrà aggiunto un sistema di copertura, il quarto si aprirà con una lunga sezione in automobile e così via.
La ricerca del ritmo perfetto è davvero lodevole e regala – soltanto con i livelli presenti – un’ora e mezza di gioco estremamente adrenalinica e divertente, nonostante qualche ovvia magagna tecnica legata all’accesso anticipato.

Gli sviluppatori puntano a rilasciare il titolo tra un paio d’anni, periodo di tempo sicuramente troppo lungo e che potrebbe comprometterne l’uscita, ma in effetti di lavoro da fare ce n’è ancora un po’.
Nonostante un’impronta decisamente impersonale, visivamente Silicon Rising si presenta più che dignitosamente, con un ottimo lavoro su modellazione poligonale, texture ed illuminazione. Sul fronte delle animazioni, i comprimari sembrano invece uscire dalla beta di un gioco della generazione scorsa, e presentano tra l’altro una recitazione sia fisica che vocale a tratti impresentabile. Non che la narrativa che muove le fila del gameplay sia particolarmente appassionante, ma il voice acting ed in generale tutto il lavoro sul comparto audio risultano chiaramente – si spera – dei placeholder.

Un’altra problematica piuttosto urgente sta invece nella difficoltà, che risulta giustamente punitiva anche al livello di difficoltà standard, ma che raggiunge picchi di frustrazione veramente eccessivi, frutto di un lavoro ancora superficiale sul bilanciamento.

Chiaramente, la “pecca” più grande sta ancora nel non avere abbastanza livelli a disposizione per potersi definire un titolo davvero completo. Per questo tipo di esperienze non è necessaria una campagna da cinque o sei ore, ma potrebbero bastare uno o due atti della stessa lunghezza di questo primo per offrire un titolo soddisfacente che mantenga le aspettative degli amanti dell’arcade su binari.

Silicon Rising è uno sparatutto a coperture su binari come ne servirebbero di più al nostro amato mercato: è divertente, veloce ed adrenalinico, ed ha delle ottime basi da cui potrebbe nascere una piccola perla del genere. La speranza è quella che KUKRGAME continui a supportare il prodotto, lavorando sull’espansione della campagna principale, sull’aspetto tecnico, sul bilanciamento e – perché no – su nuove modalità che ne possano espandere la longevità. Per ora il titolo risulta una base solida già consigliata agli amanti del genere, mentre per i curiosi che vogliono godersi un gioco nella sua versione definitiva consigliamo, come sempre, di aspettare la versione uno punto zero.

Silicon Rising è disponibile dal 13 Febbraio in accesso anticipato al prezzo di 19,99€ su Steam, compatibile con Oculus Rift, HTC Vive, Valve Index e WMR.